Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 16:11

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Francesco Conti
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 286 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il centrocampista della Roma, De Rossi  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

De Rossi giura amore eterno alla Roma

Il centrocampista della Nazionale ribadisce la sua intenzione di restare nella Capitale e svela un retroscena del passato su una sua possibile cessione.

Id Article:16039 date 16 Febbraio 2007

Roma, Dalle colonne del Corriere dello Sport, Daniele De Rossi dichiara ancora una volta il suo grande amore per la Roma ma svela un particolare del passato quando fu richiesto dal Chievo come pedina di scambio per il passaggio in giallorosso del difensore Nicola Legrottaglie: “Anni fa stavo – rivela Daniele - per andare al Chievo nell'ambito dell'operazione Legrottaglie, poi Capello fu decisivo per farmi restare”.

Se in passato c'è stato il pericolo di cambiare strada il futuro di De Rossi è sicuramente giallorosso: “Ora – afferma il campione del mondo - sono pronto a legarmi a vita alla Roma. L'accordo sarà facile, credo si troverà in questa stagione”.

Sembra già un veterano ma è ancora giovanissimo eppure la scalata in prima squadra, benché veloce,non fu facile: “Fino a 14-15 anni nei tornei importanti non giocavo mai. Per fortuna mio padre mi faceva capire che non era una tragedia. Aver sofferto mi è servita”.

Tornando al presente, è ormai imminente la sfida di Champions contro il Lione, una partita molto sentita nell'ambiente capitolino: “La sfida col Lione - dice - è importante: se va bene ci aspetta un finale strepitoso. Da anni non c'era tanto entusiasmo attorno a noi”.

La stretta attualità, con l'ultimo tragico episodio di Catania, impone di fare i conti anche con il problema legato alla sicurezza degli stadi: “Bisogna ritrovare serenità. Lo stadio deve essere un posto sicuro dove si possono portare i bambini. Gli stadi chiusi? Lo spettacolo è anche vedere il pubblico che esulta.”

Francesco Conti