Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 19 Marzo 2019, ore 02:49

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Id Article:1601 date 19 Dicembre 2003

Roma, In vista della sfida di Empoli si sapeva che Capello avrebbe fatto un ricorso massiccio al tourn over ed infatti fuori in un colpo solo per vari motivi Pelizzoli, Samuel, Emerson, Totti, Cassano, Dacourt, Montella, Lupatelli e Carew. Largo quindi alle seconde linee e sopratutto ai giovani visto che in panchina erano quasi tutti giocatori presi in prestito dalla primavera.
Anche i rosanero non erano in formazione tipo però gli intetni bellicosi c'erano tutti e alla luce della bella prestazione fornita all'Olimpico nella gara di andata qualche motivo di apprensione c'era.
In avvio la foga del Palermo per rimettere in discussione il discorso qualificazione era evidente mentre la Roma sembrava potesse capitolare da un momento all'altro. Gli spettri poi si manifestavano al 31' quando Pepe (ex primavera della Roma mandato a farsi le ossa nella Trinacria) in tuffo di testa realizzava la rete del vataggio su perfetto cross di Corini.
Candelà in affanno, Dellas fallosissimo, Lima sottotono, D'agostino ininfluente e Delvecchio troppo isolato in avanti non lasciavano presagire niente di nuovo.
Anche Capello fiutato l'odore di bruciato correva ai ripari arretrando D'agostino e facendo giostrare Mancini accanto a Delvecchio e grazie alla robustezza del centrocampo guidato con grande personalità da De Rossi e da un sempre più tonico Tommasi,arrivava la rete di quest'ultimo grazie anche ad una fortunosa deviazione che rendeva un tiro centrale e telefonato un pallonetto imparabile.
A questo punto il Palermo crollava e la roma non limitandosi a controllare la situazione andava a conquistare la vittoria grazie a SuperMarco abile a sfruttare al meglio un cross perfetto di D'agostino.
A fine gara Capello, soddisfatto per la qualificazione, dichiarava che questa partita era servita sopratutto per far tirare il fiato a qualche titolare, recuperare qualche acciaccato e far giocare chi ha avuto meno possibilità di mettersi in mostra e che complessivamente era soddisfatto della prestazione della squadra. Detto ciò adesso tutti a pensare all'Empoli.

Antonio Dir. Delle Site