Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 17 Luglio 2019, ore 08:43

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Francesco Conti
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 286 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Totti e Spalletti durante un allenamento a Trigoria  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Spalletti e Totti: “Ricominciamo”

Presenti ad un convegno sullo sport promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione l’allenatore e il capitano della Roma dicono la loro sul momento delicato del nostro calcio.

Id Article:15883 date 9 Febbraio 2007

Roma, Dopo la sospensione di una giornata per i gravi incidenti nel derby Catania-Palermo dove l'agente Filippo Raciti ha perso la vita, il campionato riprende anche se con grandi cambiamenti, a partire dalla chiusura al pubblico degli stadi non a norma di legge. Già da questa domenica infatti, la serie A e la serie B vedranno molti stadi vuoti; un problema che non coinvolge direttamente la Roma visto che lo stadio Olimpico è in regola, ma che di fatto stravolge quello che è lo spirito del calcio, di cui il tifoso ne è elemento essenziale.

Sul tema si sono pronunciati anche Luciano Spalletti e Francesco Totti a margine del convegno “Più sport a scuola e vince la vita”, promosso dal ministero della Pubblica Istruzione.

Il tecnico di Certaldo ha voluto spegnere sul nascere le polemiche di chi sostiene che il campionato sia falsato: "Il calcio si è assunto responsabilità importanti. Le società secondo me si sono comportate in maniera esemplare, dando disponibilità per una crescita. Il governo - aggiunge il mister - ha fatto la sua parte cercando di dare regole nuove e un'impostazione diversa rispetto a quella che c'è stata sino ad ora. Questo ha un significato,è una ripartenza fondamentale per il futuro. Ricominciare a porte chiuse creerà un'anomalia. Dire che il campionato è irregolare, però, non è corretto. Le cose che creano irregolarità sono altre".

Sempre su questo tema anche Totti ha espresso il suo parere, sottolineando l'importanza di ricominciare subito per non darla vinta a coloro che creano disordini: “Gli stadi a porte chiuse sono una sconfitta per tutti, per noi giocatori come per il pubblico. È giusto ricominciare subito perché non bisogna darla vinta ai violenti".
Una battuta anche sulla Nazionale con Totti che cercare di dribblare l'argomento: "Con Donadoni ci siamo salutati, ma adesso - taglia corto il capitano della Roma - ho cose più importanti in testa".

Francesco Conti