Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 24 Aprile 2019, ore 00:12

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Virtus Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Federico Rossini

, ,



Articoli: 128 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 2 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il campione serbo, accolto calorosamente dai tifosi del Panathinaikos che ancora ricordano i suoi trascorsi greci (due Euroleghe), ha realizzato 17 punti all'OAKA, ma non è bastato.  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Le possibilità di qualificazione dopo Malaga

Dopo la sconfitta contro l'Unicaja, si complicano di molto le prospettive della Virtus Roma. Fondamentale battere il Cibona giovedì prossimo.

Id Article:15601 date 28 Gennaio 2007

Roma, Mercoledì 24 gennaio 2007, una data assai infausta per la Lottomatica Virtus Roma in Eurolega. Dopo la vittoria del Cibona Zagabria (regalata da Badalona) e del Partizan Belgrado ad Atene (ancora più regalata dal Panathinaikos), è arrivata la beffa del canestro di Pietrus sulla sirena. Fosse arrivato il canestro vincente di David Hawkins, probabilmente si starebbe a parlare del dover semplicemente vincere contro il Cibona per avere ben salda la qualificazione e, perché no, tentare addirittura un assalto al secondo posto, data anche la sconfitta del Maccabi Tel Aviv a Lubiana. Invece, adesso i calcoli sono diventati più che complicati, e devono tener conto anche dell'eventuale situazione che si verrà a prospettare nel girone C. 

Ma andiamo con ordine. 

Nell'ultimo turno, il girone B proporrà alle 20:15 di giovedì prossimo Lottomatica Roma-Cibona Zagabria e Partizan Belgrado-Unicaja Malaga. Queste sono le quattro squadre che si giocano ancora la qualificazione.
Roma necessita della vittoria dell'Unicaja, per poter sperare nel passaggio del turno. Posta questa condizione necessaria, ne serve un'altra che sia sufficiente. Non si può certo definire tale la semplice vittoria della Lottomatica. Se Roma, infatti, vince con meno di otto punti di vantaggio, è fuori comunque, essendo la differenza canestri favorevole al Cibona, cha vinse di sette nel match di andata. La vittoria di quattordici punti, invece, non solo darebbe la qualificazione, Semplicemente, una delle più forti guardie in circolazione in Europa. A Badalona, 25 punti e una forza che pare tornata devastante come ai bei tempi. Nella foto, curiosa espressione mentre tenta di battere l'inconsistente Paco Vazquez.  
(Premi per la FOTO Ingrandita) ma anche il quinto posto. 

Se si ottenesse una vittoria con vantaggio compreso tra nove e tredici punti, la Virtus salirebbe al sesto posto, avendo la possibilità di qualificarsi come miglior sesta. Tale condizione, però, dipende da ciò che si verificherà nel gruppo C (il gruppo A, bene che vada, può al massimo avere Climamio Bologna e Prokom Trefl di Sopot a quota 10 punti, meno dei 12 necessari). Qui, dopo i risultati di questa settimana, ci sono tre squadre a 12 punti, Pau Orthez, Aris Salonicco ed Eldo Napoli, e una a 10, il Fenerbahce Ulker. Il Pau è a –23 di differenza canestri, l'Aris (allenato dal nostro Andrea Mazzon, ex coach di Napoli ai tempi della Pompea) a –35, Napoli a –53. I loro prossimi match saranno rispettivamente contro Zalgiris (già eliminato, ma capace di battere l'Aris), Barcellona (già qualificato) e Benetton Treviso (qualificata dopo la larga vittoria con il Pau). Sarebbe facile prospettare una vittoria di tutte e tre, ma non si può dire l'ultima parola prima di aver avuto il responso del campo. 

Un vantaggio, per la Virtus, sarà quello di giocare il giorno dopo rispetto al gruppo C. Infatti, quest'ultimo gioca il mercoledì alle 19:45, mentre Roma e Zagabria, come già detto, alle 20:15 di giovedì in contemporanea con le altre quattordici squadre.


Federico Rossini