Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 24 Aprile 2019, ore 00:14

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Virtus Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Marco Juric
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 249 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 2 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Veltroni e Toti alla presentazione del progetto "Obiettivo giovani"  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

“Obiettivo giovani"

Grande iniziativa della Virtus Roma per la promozione dello sport tra i ragazzi

Id Article:15391 date 20 Gennaio 2007

Roma, Nella sontuosa Sala delle Bandiere in Campidoglio, la Virtus Roma con il suo presidente Ing. Toti, alla presenza del Sindaco di Roma Walter Veltroni ha presentato il progetto triennale chiamato “Obiettivo giovani”. Questo progetto va ad inserirsi in una nuova politica di sviluppo e promozione dell'attività sportiva, abbracciando tre diverse aree del nostro territorio: scuola, centri sportivi giovanili e società sportive professionistiche. L'obiettivo sarà quello di promuovere l'attività sportiva e i valori tanto del basket che della pallavolo, con la Società romana a fare da veicolo.
L'idea della Virtus andrà principalmente a coinvolgere i ragazzi e i professori-allenatori. Ci sarà quindi un supporto a livello formativo per i docenti attraverso un progetto educativo pre-sportivo e attività ludiche, motorie e sportive rivolte ai giovani, in modo da coinvolgerli nel gioco, promuovendo quindi la pratica sportiva, ma anche contribuendo all'interazione e integrazione dei ragazzi. 

Si cercherà di far capire ai giovani un concetto che sta molto a cuore al Presidente della Virtus Claudio Toti: “L'obiettivo principale di questo progetto è naturalmente la diffusione della pallavolo e del basket sul territorio di Roma, cercando di far capire ai ragazzi che lo sport non è solo il calcio, ma ci sono diverse realtà tanto importanti quanto divertenti. A volte può capitare che le società sportive, gli allenatori o i compagni stessi possano diventare per alcuni ragazzi un sostegno fondamentale per la loro crescita, soprattutto in realtà familiari difficili”. 

Proprio a sostegno della diffusione di basket e pallavolo sul territorio di Roma e dintorni, il Sindaco Walter Veltroni ha illustrato la situazione ad oggi di tutti i progetti a sostegno di questa iniziativa: “Entro il 2010 la nostra città avrà a disposizione una “casa del basket” all'interno della Città dei Giovani che sorgerà nei ristrutturati ex mercati generali di Via Ostiense. Il Palazzetto di Viale Tiziano invece diventerà la “casa della pallavolo”,verranno aperti piano piano cinque nuovi palazzetti polifunzionali in diverse zone di Roma e naturalmente continueremo ad inaugurare altri playground come già stiamo facendo da diverso tempo. Tutte queste strutture andranno in aiuto al progetto della Virtus in modo tale da veder realizzato alla fine del triennio gli obiettivi prefissati”. 

Tutti gli sponsor coinvolti nell'iniziativa, dalla Lottomatica all'Adidas passando per la Banca di Roma, daranno il loro contributo al progetto, sposato in pieno dalle aziende come riferiscono in coro i manager presenti: “Condividiamo appieno i valori etici che l'iniziativa promuove e per questo metteremo in campo la nostra massima disponibilità”.
Proprio questi valori etici sono stati espressi dal D.G. della Virtus Roma Michele Uva: "Oltre ad avvicinare i giovani all'attività sportiva insegneremo uno stile di vita orientato al rispetto dei valori positivi propri dello sport. Grazie all'aiuto dei nostri due coach Jasmin Repesa e Luca Cristofani faremo dei corsi di formazione per i docenti, organizzeremo eventi e tornei per i ragazzi in modo da favorire l'incontro tra loro e nell'ultima partita casalinga contro Avellino ci saranno le finali dei tornei e la premiazione per i ragazzi.”
Tutto ciò avrà inizio il 5 marzo nella sede della Banca di Roma all'Eur con i testimonial Adidas a presentare il progetto, parlando anche dell'ideale cardine dell'azienda tedesca: “Impossible is nothing”.


Marco Juric