Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 22 Gennaio 2019, ore 15:30

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Euro 2004: l'Italia pesca bene.


Id Article:1537 date 30 Novembre 2003

Roma,

Oggi a Lisbona si sono effettuati i sorteggi dei gironi dei prossimi campionati europei che si svolgeranno in Portogallo nel giungo del prossimo anno.

L'Italia è finita nel girone C in compagnia di Svezia Danimarca e Bulgaria; nomi non altisonanti ma che nei rispettivi gironi hanno regolato squadre ostiche come Croazia e Belgio per quanto riguarda i bulgari, Norvegia e Romania per quanto riguarda i danesi e Polonia, Ungheria e la sorprendente Lituania per quello che concerne gli svedesi.

Certo se poi pensiamo che grazie alla Svezia abbiamo evitato Portogallo (paese organizzatore e quindi con il tifo e forse non solo quello a favore), Francia (campione uscente proprio a danno della nostra nazionale) e la Repubblica Ceca (Sacchi probabilmente se la ricorda ancora), che al posto della Danimarca potevamo trovarci l'Olanda e che anche la Bulgaria ci ha risparmiati di incontrare "sorprese" come la Svizzera e la Grecia,non ci possiamo certo lamentare. Il rischio in cui potremmo incappare è quello di un eccesso di "confidenza" ovvero credere di essere già qualificati al turno successivo. Errori di questo genere li abbiamo commessi nemmeno troppo tempo fa in Giappone quando dopo il sonoro due a zero rifilato all'Ecuador sembrava scontata una finale Italia-Brasile.

Purtroppo sappiamo tutti bene come andarono a finire le cose e come la leggerezza con cui affrontammo la Croazia alla fine compromise irrimediabilmente la nostra avventura in terra d'oriente.

Confidiamo che questa volta la storia recente ci serva per non compiere gli stessi errori e auguriamoci che le convocazioni prediligano giocatori in forma e utili alla cuasa anche se ciò dovesse comportare il sacrificio di qualche nome altisonante ma con le batterie mezze scariche. 



Antonio Dir. Delle Site