Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 22 Maggio 2019, ore 07:31

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Virtus Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Federico Rossini

, ,



Articoli: 128 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 2 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il campione serbo contro Teramo ha realizzato solo 7 punti, distribuendo però otto assist, conquistando così una fetta del merito della vittoria romana.  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma vince senza difficoltà

La Lottomatica batte 83-67 Teramo grazie ad un pregevole secondo quarto – Bodiroga 8 assist, Hawkins 18 punti

Id Article:15242 date 14 Gennaio 2007

Roma, E' una vittoria importante, quella che la Lottomatica Virtus Roma coglie a scapito della Siviglia Wear Teramo di fronte al pubblico amico del PalaLottomatica. La formazione di coach Jasmin Repesa, con un ottimo secondo periodo, ha messo un margine di sicurezza tra sé e la formazione teramana, chiudendo poi sull'83-67 e salendo così a quota 16 punti in classifica, un passo di indubbia importanza verso le Final Eight di Coppa Italia.

Per la Lottomatica, risolutivi i 18 punti di Hawkins, i 14 di Mavrokefalidis, autore di una partita a due facce (la prima con tre falli immediatamente, la seconda con molti punti nel secondo tempo), i 12 di un Askrabic che è tornato ai livelli che gli competono, i 10 di Righetti e gli 8 assist di Bodiroga, che si è fermato a quota 7 punti, dimostrando però una volta di più che un campione non è soltanto colui che mette dentro tiri a valanga.

Alla Siviglia Wear non sono bastati i 21 punti di Anthony Grundy, che si conferma uno dei migliori marcatori del campionato, come neanche i 17 di Woodward e i 10 di Nolan. Particolarmente deludente la prova di Janicenoks, che ha realizzato solo due punti chiudendo con –2 di valutazione.

Il quintetto di partenza di Roma è composto da Giachetti, Hawkins, Righetti, Tonolli, Mavrokefalidis; quello di Teramo da Grundy, Woodward, Santarossa, Hurd, Nolan.

All'inizio, le squadre restano per più di un minuto senza segnare, poi da una tripla di Woodward nasce un vero e proprio tiro al bersaglio,che vede Roma centrare il canestro con la maggiore precisione. La Virtus produce un allungo a tre minuti dalla fine del primo quarto, arrivando anche sul +8. Teramo trova un'importante tripla con Grundy, chiudendo il primo quarto sul 26-21.

Con l'ingresso in campo di Mire Chatman, la Siviglia Wear cala immediatamente un parziale di 0-6 dopo il +7 raggiunto da Roma. Repesa chiama time out, ottenendo da ciò effetti positivi. Roma, dal 30-29, piazza un break di 13-1 con Chatman che torna in sé e Askrabic che arriva in doppia cifra, seguito a quota 9 da Hawkins. Teramo tenta un timido rientro, ma sono Chatman e Tonolli a fissare il punteggio sul 47-34 all'intervallo lungo.

La Siviglia Wear tenta un recupero iniziale, riavvicinandosi fino al –11, poi la Lottomatica mette altri sette punti consecutivi e si porta sul 56-38. Roma continua a gestire, ma col rientro in campo di Chatman subisce un break di 0-5, obbligando Repesa ad un time out. Teramo, però, continua a tornare sotto, fallendo la tripla del –7 a cinque secondi dalla fine della frazione. 64-54.

Nei primi tre minuti dell'ultimo quarto segna il solo Poeta per la Siviglia Wear, portando il punteggio sul 64-56. Roma non riesce a scardinare la zona 3-2 della formazione di coach Dalmonte. Finalmente, dopo molti minuti, Mavrokefalidis porta due punti alla Lottomatica, aprendo così un parziale decisivo di 9-0 che piega definitivamente le speranze teramane. Gli ultimi punti fissano il punteggio sul finale 83-67.


Federico Rossini