Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 16 Giugno 2019, ore 21:46

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Moggi....ma quanto ci pensi?!


Id Article:1519 date 27 Novembre 2003

Roma,

Da qualche giorno il direttore generale della Juventus, Lucianone Moggi, nelle sue "performances" sia televisive che radiofoniche non ha fatto altro che ribadire con toni particolarmente accesi il suo pensiero sul "doping amministrativo: "I club in regola che dovessero retrocedere - ha detto - potrebbero avviare azioni legali. Le dichiarazioni di alcuni presidenti lo fanno percepire chiaramente". E per lo scudetto? "Può succedere di tutto, questo é un pericolo che esiste. Se una squadra non in regola con i pagamenti di tasse, stipendi e altro vince lo scudetto, non é un campionato regolare. Molti club dovrebbero cambiare proprietà - prosegue Moggi -. Chi non può fare il presidente deve passare la mano. E' bene che tutte le società si mettano in regola. I presidenti non possono dire 'non pago nessuno così compro chi voglio' perchè é concorrenza sleale e una frode. I bilanci vanno rispettati". Senza nominarla nemmeno una volta risulta però palese quale sia la società in questione. Un abile mossa per spostare l'attenzione generale sul processo che vede la Juventus accusata di frode sportiva per uso di sostanze dopanti? Forse. Resta comunque il fatto che questa volta la politica della AS Roma è stata quella non solo di evitare polemiche da Bar dello Sport ma anche di lasciar cuocere nel proprio brodo chi magari sperava di creare un po di scompiglio specie in vista della gara di Spalato e della sfida di domenica dove si giocheranno Roma-Lecce e Juventus-Inter.

 Ieri il tecnico della Roma Fabio Capello, in relazione alle dichiarazioni di Moggi ha detto: "Non rispondo a Luciano Moggi. Per fortuna siamo in Croazia, quindi parlo solo della partita con l'Hajduk." Dal conto suo il presidente Sensi, anche lui a Spalato con la squadra, ha fatto sapere che valuterà con i suoi legali se le affermazioni di Big Luciano meritano o no una risposta e che se questa ci sarà sarà nelle sedi appropriate.

Oggi,prima di partire per la Croazia, si è presentato in conferenza stampa a Trigoria il team manager Baldini che ha tenuto a precisare che in merito alle troppe voci sui conti della As Roma "i dati contabili sono sotto gli occhi di tutti. Come società quotata in borsa inoltre il bilancio è pubblico. Quindi se il presidente Sensi ha messo al primo posto il livello tecnico della squadra sfruttando la possibilità di dilazionare il pagamento dei debiti all'erario, anche dovendo pagare il 30% in più di IRPEF, è una scelta che fa parte di una strategia ben precisa ed è assolutamente lecita. Inoltre se Moggi afferma chelo scudetto potrebbe essere falsato dal così detto Doping Amministrativo, non è certo a lui che dobbiamo rendere conto, visto che proprio lui fa parte di una società sul banco degli imputati per doping farmacologico. Ci sono iter ben precisi da rispettare, se Galliani e Giraudo hanno accettato l'iscrizione della Roma al Campionato vuol dire che la Roma poteva essere iscritta, se Moggi ha delle rimostranze le presenti alla federazione e non a noi".

A qualificazione raggiunta poi lo stesso Sensi ha voluto brevemente rompere il silenzio che si era autoimposto dichiarando all'Ansa che ''Moggi ci attacca perche' teme la Roma. Non faccio ulteriori commenti perche' non voglio essere deferito un'altra volta''. Come dargli torto! A volte alle becere provocazioni la risposta migliore e proprio il silenzio, poi ci penserà il campo a fare giustizia sempre che non si faccia ricorso alle solite scorciatoie di comodo che tutti conoscono ma che in pochi ammettono esistere veramente. 



Antonio Dir. Delle Site