Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 16 Giugno 2019, ore 05:02

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Mancini in una fase di gioco  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma batte il Parma 2 a 1

Roma-Parma 2-1 2006-2007 Coppa Italia
Gli uomini di Spalletti incapaci di chiudere il discorso qualificazione direttamente nella gara di andata

Id Article:15131 date 11 Gennaio 2007

Roma, La Roma torna in campo dopo la pausa invernale per proseguire il cammino in Coppa Italia. Contro un Parma imbottito di giovani di belle speranze ed in attesa di un proprietario la Roma, seppur schierando la formazione quasi titolare, non è riuscita ad archiviare il passaggio del turno con la solo partita di andata, battendo solo per 2 a 1 i gialloblu (e da quanto si è potuto vedere il risultato poteva essere decisamente più rotondo per i giallorossi), punteggio che di fatto lascia ancora aperto il discorso qualificazione. 

La buona notizia è che la condizione fisica è più che accettabile e che la squadra non ha perso lo smalto dell'anno appena concluso, quella meno bella è che non sono sparite le amnesie e i momenti di eccessiva leziosità che hanno prodotto, specie alla fine del secondo tempo, quel rilassamento generale e quell'appagamento che hanno permesso al Parma di mettere a segno la rete del 1 a 2. 

Senza il neo acquisto Tavano, la Roma si schierava con un 11 di tutto rispetto con uniche novità Curci tra i pali al posto di Doni e Ferrari preferito a Chivu, precauzionalmente in panchina per via di una fastidiosa sindrome influenzale che nei giorni scorsi ha colpito diversi giocatori giallorossi. 

La partita veniva giocata da entrambe le squadre a buon ritmo anche se erano i giallorossi a spingere sull'acceleratore, mentre i parmensi si limitavano a contenere e a cercare di colpire in contropiede. Al 19' la compagine capitolina concretizzava la propria superiorità con una magia di Mancini che batteva l'estremo difensore De Lucia con uno spettacolare pallonetto dal limite dell'area dopo una serie di finte ubriacanti che avevano abbondantemente disorientato i difensori gialloblu. 

Prima del riposo raddoppio sfiorato da Totti e Pizarro mentre dall'altra parte a mettersi in evidenza era l'ex milanista Kutuzov con una conclusione deviata da Curci in angolo. 

Nella ripresa il ritmo era decisamente più blando ma,nonostante tutto, il Parma non pungeva troppo e la Roma prima sfiorava il raddoppio con Mancini e poi al 67' grazie ad una bella sgroppata del solito Mancini arrivava l'assist vincente per Totti che realizzava il 2 a 0. 

Sembrava che la pratica fosse pronta per l'archivio e l'uscita di Ferrari, Totti e Perrotta per Chivu, Rosi e Cassetti sembrvano il preludio di un finale di partita all'insegna della camomilla. Purtroppo non era così e con  il passare dei secondi il primo ad accorgersene era uno Spalletti sempre più infuriato per come la squadra aveva cambiato atteggiamento rispetto al primo tempo. L'eccessiva confidenza con cui i giallorossi gestivano il doppio vantaggio veniva puntualmente punita a 3 minuti dalla fine la rete di Dedic, nata da una azione di contropiede, marcatura che di fatto alimenta qualche speranza in più per la squadra di Pioli di poter ribaltare il risultato nella partita di ritorno di mercoledì prossimo. 

A Parma sarà partita vera e non un "allenamento" come si sperava, quindi c'è da confidare che le leggerezze di questa umida serata di inizio gennaio siano solo colpa delle ultime fette di panettone ancora da smaltire e che quindi servano da lezione per il futuro.


Antonio Dir. Delle Site