Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 20 Giugno 2019, ore 01:07

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Scorpacciata alla bolognese!

Bologna-Roma 0-4 2003-2004 Serie A

Id Article:1513 date 23 Novembre 2003

Roma, Che a Bologna si mangi bene non è certo una novità: tortellini, lasagne, tagliatelle e .... chi più ne ha più ne metta! Oggi la Roma di fame ne aveva talmente tanta che i lupacchiotti romanisti si sono pappati in un sol boccone i poveri rossoblu, incapaci di resistere a tanta voracità.
Lo scorso anno da queste parti la Roma diede le prime avvisaglie della crisi che l'avrebbe accompagnata per tutta la stagione; oggi invece abbiamo assistito ad una prova di forza come da tempo non si vedeva.
La Roma arrivava in terra emiliana in buona condizione, con il solo Delvecchio indisponibile e con Chivu recuperato ma, prudentemente, tenuto in panchina. Il modulo tattico prescelto, ovviamente, era, neanche a dirlo, il classico 3-4-3 con in avanti Totti, Montella e il figliol prodigo Cassano. Problemi più seri invece per il Bologna che lamentava parecchie assense tra cui i vari Signori, Locatelli e Nervo. Dovendo fare di necessità virtù Mazzone schierava una compagine molto coperta, con un finto 4-4-2, in quanto Bellucci più che da seconda punta giostrava da centrocampista aggiunto. Oggi però il piglio dei giallorossi era veramante irresistibile e dopo nemmeno 15 minuti una perla di Totti (spettacolare tiro al volo su corner) espugnava il fortino rossoblu per la gioia dei diecimila fedelissimi venuti al Dall'Ara per tifare Roma. La reazione dei bolognesi era prossima allo zero,mentre la Roma continuava a micinare gioco e a premere, e quindi la logica conclusione era, al fischio di Collina, che la squadra di Capello andasse al riposo conducendo per 3 a zero con reti anche di Montella e Panucci. Ad inizio ripresa Cassano, in giornata di grazia, coronava una prestazione eccezionale con la rete del defintivo 4 a zero. A questo punto i giallorossi decidevano di non maramaldeggiare ulteriormente e pur mantenendo il pallino del gioco lasciavano qualche metro in più al Bologna. Mazzone cercava di cambiare qualcosa inserendo Gamberini, Tare e Pecchia, e proprio quest'ultimo rischiava di interrompere il record di imbattibilità di Pelizzoli (nonostante tutto nemmeno una parata per lui oggi); fortuna voleva che il tiro venisse deviato in angolo dal palo. A fine gara a fare da contraltare alla pacata soddisfazione di Don Fabio ci pensava il povero Mazzone, timoniere di una squadra indebolita proprio ad inizio stagione con cessioni eccellenti, che faceva buon viso a cattivo gioco ma che non nascondeva tutta la sua amarezza per una situazione che di domenica in domenica va sempre più complicandosi.
Per la Roma invece la corsa alla vetta continua.......








Antonio Dir. Delle Site