Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 19 Febbraio 2019, ore 12:39

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Fed. Italiana Basket , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Luigi Scrimieri
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 85 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il ritorno di Jerome Allen è stato finora il punto di svolta della stagione di Udine.  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Si confermano Siena e V.Bologna

Immutato il duo di testa. Importante successo della F.Bologna sulla Benetton. Cadono Roma e Napoli

Id Article:15099 date 9 Gennaio 2007

Parma, Nella prima giornata del 2007 si registrano le due vittorie delle capolista: in casa per la Virtus Bologna su Biella, a Milano per Siena, nel big-match di giornata. Secche sconfitte per Roma e Napoli, sofferta vittoria a Treviso della Climamio Bologna, a cui la cura-Ataman sta giovando non poco.

La VidiVici Bologna cancella i fantasmi della sconfitta di Napoli e demolisce fin dai primissimi minuti la consistenza dell'Angelico Biella. 89-63 il risultato finale, in una partita in cui al 10' si è già 24-10 e il vantaggio al 34' arriva addirittura a +39. Il migliore in campo è Christian Drejer, autore di 21 punti (21 di val.). Ottima prova di squadra per gli uomini di Markovski, che ruota tutto l'organico e trae dal match segnali di forza importantissimi. Biella è inesistente, si salvano appena Porta (14+1+6, 20 di val.), E.Daniels (15+10, 20 di val.) e Barlera (10 punti, massimo stagionale, in una gara fatta di garbage time); serata da cancellare al più presto per Dean (0 in 23', -7 di val.) e Gaines (13 pt ma -1 di val.).

Teramo parte male in casa contro Reggio Emilia (13-19 al 10') ma alla fine fa propria una gara importantissima (86-60) in chiave salvezza. Importante l'apporto dalla panchina di Giuseppe Poeta (9+1+4, con 10 falli subiti, 4 recuperate e 23 di valutazione) e Kristaps Janicenoks (16+4+3, 18 di val.), oltre al solito Grundy (24+6+4, 23 di val). Fuori fase Hurd (10+6),Woodward (9+4+3) e Nolan (2+4, -2 di val.). Per Reggio Emilia il migliore è il pivot Luca Infante, alla seconda partenza consecutiva in quintetto (11+3+1, 12 di val), mentre i vari Penberthy, Minard e Flores sono molto imprecisi.

In un match davvero insidioso, Siena passa a Milano per 67-74. La gara ha come protagonista il nigeriano Eze (12+9, 22 di val.) che prima (come del resto gli altri mensanini, da Baxter e Boisa a Stonerook) soffre il duo Watson (9+11, 17 di val.) - Blair (13+10, 16 di val.) ma poi domina i minuti finali e produce con Forte il ribaltamento di punteggio (si era 57-52 al 31') e garantisce la vittoria a Pianigiani. La partita, tra gli esterni, vede Forte a quota 22 (miglior marcatore, 16 di val.), autore di un grande inizio, e Sato, più continuo (14+9, 18 di val.), per Siena, mentre il duo Garris (11+4, 16 di val.) - Green (17+4+3, 14 di val.) non basta a Djordjevic. In ombra i vari Bulleri, Gallinari, Calabria e Gigena.

Superlativa prova di Varese in casa contro la Lottomatica Roma, sconfitta 90-69. Magnano ha dalla sua una ottima difesa e tanti giochi offensivi ben riusciti, con 5 in doppia cifra: su tutti Keith Carter (19 pt, 25 di val.), poi Hafnar (16 pt, 15 di val.), Galanda (14 pt, 17 val.), Holland (10 pt, 13 val.) e Fernandez (10 pt, 10 val.). Per Roma, il migliore è, manco a dirlo, Bodiroga (22 pt, 26 di val.), mentre gli altri giocano al di sotto dei loro standard (Chatman e i lunghi) e soltanto Hawkins arriva alla doppia cifra (11 pt, 8 di val.).

La Snaidero Udine allunga nel terzo quarto e vince per 97-80 contro la Eldo Napoli. L'ex Allen (22+4+4, 26 di val.) ed il lungo Jaacks (19+10, 28 di val.) sono le basi su cui Pancotto poggia la vittoria, su cui mettono la firma per pochi minuti ma di grande qualità anche Mutombo (11 in 12', 11 di val.) e Zacchetti (12 in 9', 18 di val.). Per gli ospiti, vanno bene Sesay (17+7, 14 di val.) e Trepagnier (15+6, 18 di val.), peraltro entrambi dalla panchina, mentre nessun titolare supera quota 8.

Livorno butta via una vittoria già archiviata alla fine del terzo quarto (68-57 al 30'), Il nigeriano è fino ad ora l'MVP del campionato. Parte dalla panchina, dà la scossa, non sbaglia niente, trascina i compagni. E' lui la chiave di lettura del primato di Siena (4 vittorie su 4).  
(Premi per la FOTO Ingrandita) perdendo in casa per 79-83 contro Scafati (che attende il nuovo play Anthony Carter, ex-Miami Heat). Pur con 5 in doppia cifra (18 per Rowe, 16 per McPherson), Livorno si blocca sulla zone press di Scafati (in campo senza Martinez) ordinata da Alibegovic per rimontare. Il miglior marcatore risulta alla fine Apodaca (25+1+4, 22 di val.), ma le prove di Bracey (18+5, 19 di val. dalla panchina), Salvi (10+6, 15 di val.) e Stevin Smith (11+8+3, 15 di val.) sono davvero importanti.

L'attesa sfida tra la Premiata Montegranaro e l'Upea Capo D'Orlando termina 86-77 per i padroni di casa, tra i quali sono gli stranieri ad imprimere il sigillo decisivo sulla partita: Childress (18+3+2, 28 di val., dominante: 11/11 ai liberi, 9 falli subiti), Slay (17+5+3, 17 di val.), Nikagbatse (14 pt, 13 di val.) e Thomas (21+4, 18 di val. e i canestri decisivi nell'ultimo periodo) battono gli omologhi di Perdichizzi, il cui gioco si ferma soltanto al trio Freeman (14 pt, 7 di val.), Wells (25+7, 28 di val.) e Young (23+6+3, 28 di val.) e ha soltanto 15 punti dal resto della squadra.

Nonostante le imprecisioni di Jordan (per lui, comunque, 15+6+4 per 15 di val.) sul fallo sistematico nei minuti finali, la TiSettanta Cantù passa ad Avellino contro l'Air per 73-74. Nei padroni di casa sono gli esterni Darby (19 pt, 22 di val.) e Curry (18 pt, 16 di val.) a fare la partita nei minuti iniziali, parzialmente supportati da Jamison (13+10, 19 di val.) e Strong (11+7, 12 di val.). Cantù ha invece nel continuo Eric Williams (18+9+3, 25 di val.) il migliore in campo, ben accompagnato sotto canestro da Theron Smith (5+12+4, 15 di val.) e dietro dai vari tiratori (10/23 da tre, 3/6 sia per Wilson che per McGrath).

A Treviso esulta la Climamio Bologna, vittoriosa per 74-76 sulla Benetton (in cui esordisce da subito in quintetto l'ex Lorbek, peraltro con 0 in 6', -5 di val.), priva degli infortunati Frahm, Lyday, Goree. La partita sembra decisa dal parziale di 6-0 che porta a +12 a Bologna al 33', ma la Benetton rimonta e nel minuto finale per ben due volte Marco Mordente non mette a segno il il tiro da tre che porterebbe al +1 Treviso. Tra i resti della squadra di Blatt, Zisis (16+2+4, 19 di val.), Mordente (13+3+3, 13 di val.) e Spencer (13+5+2, 12 di val.) si rivelano le prime opzioni in attacco, mentre Shumpert è alla migliore prestazione dell'anno per la Climamio (peccato che ora giochi a Treviso). Per la Fortitudo, applausi in panchina per Ataman a cui va dato il merito di aver messo ordine in un roster abbastanza in confusione (Hamann è l'ultima partenza, mentre Bluthenthal sembra confermato) e dato fiducia a Mancinelli (12 pt, 8 di val.) e, giocoforza (Thomas è fermo in panchina per infortunio), a Moiso (9+9+1, 14 di val.), sfruttando il momento positivo di Belinelli (19 pt, 18 di val.) ed Edney (14+5+1, 15 di val.). La Climamio ora risale posizioni, è settima, a soli quattro punti da Milano, terza.


Classifica dopo la 14" giornata:

22: Siena, V.Bologna;
18: Milano;
16: Montegranaro, Varese, Napoli;
14: Bologna, Capo D'Orlando, Treviso, Roma, Scafati;
12: Teramo, Biella, Cantù, Udine;
8: Avellino, Reggio Emilia;
6: Livorno (partita da -2).


Migliori realizzatori della 14" giornata:

R.Apodaca (Scafati): 25p.
J.Wells (Capo D'Orlando): 25p.
A.Grundy (Teramo): 24p.
A.Young (Capo D'Orlando): 23p.
J.Forte (Siena): 22p.
D.Bodiroga (Roma): 22p.
J.Allen (Udine): 22p.

Luigi Scrimieri