Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 15:54

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Marco Antonelli
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 92 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
donadoni dopo la partita  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

“Lasciatemi in pace”

Il grido del capitano vuole mettere fine ad una vicenda su cui si è ricamato sin troppo sopra

Id Article:14280 date 22 Novembre 2006

Roma,
Per questo anno niente azzurro, ora chiedo a tutti soprattutto alla stampa di lasciarmi in pace. Se l'anno prossimo il CT mi vorrà convocare sarò ben felice di rispondere alla sua convocazione”. Con queste parole Totti vuole chiudere una vicenda che ormai ha dei contorni grotteschi: “il colloquio tra me e Donadoni è stato chiaro, alla presenza del segretario Vladovich. Non c'è nemmeno bisogno di vederci ulteriormente e non c'è alcuna frizione tra noi”.

In effetti era chiaro per tutti, almeno a settembre, che tra il CT e il giocatore ci fosse un accordo per il reinserimento del capitano una volta risolti i guai fisici. Dal pareggio con la Lituania in poi il rapporto tra Totti e la maglia azzurra è diventata invece questione nazionale. La verità è che su questa vicenda molti hanno speculato, sia perché la nazionale non va bene nella gestione Donadoni sia perché Totti non ha mai fatto mistero di preferire il suo club, procurando attacchi di bile ai vari finti moralisti che esistono nel calcio italiano. Gli stessi che tra l'altro fino ad un mese fa gli davano dello zoppo se non dell'ex giocatore.

“ Spero che nei prossimi giorni alcuni organi di stampa non si sostituiscano agli organi preposti per proporre squalifiche per la mia situazione riguardante la Nazionale. Sarebbe veramente il massimo”. Giusto il dubbio di Totti,arrivati a questo punto: l' ultimo in ordine di tempo a dare il suo “prezioso” parere è stato Antonio Matarrese, affermando di essere d'accordo con Platini e offrendosi come aiuto per Totti e Donadoni.
La cosa più incredibile è che il CT, in un intervista apparsa oggi sul sito del Resto del Carlino, ha dichiarato di stare dalla parte di Totti, anzi, aggiunge che la polemica a lui non lo interessa minimamente e di capire il periodo sabbatico che il 10 della Roma si è concesso. Se il presunto caso sia veramente finito non è ancora cosa certa, l'unica cosa certa e che dopo questa dichiarazione non sta proprio in piedi.

Marco Antonelli