Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Sabato 23 Marzo 2019, ore 15:37

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
I giallorossi si abbracciano esultanti  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Metamorfosi giallorossa

Roma-Fiorentina 3-1 2006-2007 Serie A
La Roma, brutta nel primo tempo, si trasforma nella ripresa travolgendo la Fiorentina con una perla di De Rossi e doppietta di Taddei

Id Article:13868 date 6 Novembre 2006

Roma, Una Roma a due facce; prima subisce la Fiorentina e poi la travolge mostrando forse il miglior calcio della stagione. 

Strana metamorfosi tra primo e secondo tempo quella occorsa alla squadra di Spalletti che ha trasformato Cenerentola in una Principessa e la zucca con i topolini in una stupenda carrozza con cavalli.
Nel primo tempo era andata in scena la Roma lenta, impacciata e statica degli scellerati pareggi con Chievo, Ascoli ed Olympiacos ma nel secondo tempo come per magie gli stessi uomini sono scesi in campo con un altro spirito, con una grinta prima solo accennata e con la convinzione di portare a casa i tre punti. 

Vincere contro una squadra ottimamente organizzata e ben messa in campo come la fiorentina di Prandelli è sicuramente un ottimo risultato ma nel vedere la reazione della squadra oggi aumenta il rammarico per le scialbe prestazioni di ieri e per i punti persi che tutti si augurano non siano alla fine determinanti per poter tagliare qualche traguardo. 

Finalmente Spalletti aveva l'imbarazzo della scelta e poteva schierare entrambi gli esterni Taddei e Mancini, anche se quest'ultimo in quanto reduce da un periodo di inattività per infortunio avrebbe avuto inevitabilmente dei problemi di tenuta atletica. Con Totti unica punta e Pizarro preferito ad Aquilani, la Roma si affacciava dalle parti del portiere viola Frey con un tiraccio fuori di Perrotta poi era Ujfalusi al 15' a portare in vantaggio i viola finalizzando una bella azione dove la difesa della Roma e il suo estremo difensore non facevano certo bella figura. 

I giallorossi accusavano il colpo e faticavano a riprendere in mano il pallino del gioco mentre per i viola era sufficiente controllare la gara chiudendo puntualmente tutti gli spazi e inaridendo sul nascere il gioco avversario. La manovra sulle fasce latitava e per le vie centrali Pizzarro e De Rossi incontravano non poche difficoltà. 

Al 38' però la svolta della gara: una prodezza di Daniele De Rossi, Un'immagine intensa di Daniele De Rossi
(Premi per la FOTO Ingrandita) un tiro da 40 e più metri, che beffava Frey e che portava il risultato in parità.  Sembrava più il frutto di una perla del giocatore che del gioco di squadra, ma serviva come il pane per poter mettere in pari il risultato e pensare con maggior tranquillità alla ripresa.
Nel secondo tempo Roma in versione rullo compressore andava alla conclusione 5 volte nei primi cinque minuti con Mancini (due volte), Perrotta, De Rossi ma soprattutto Taddei la cui conclusione si insaccava alle spalle di Fray per il momentaneo 2 a 1.
La Fiorentina accusava la batosta e reagiva solo con un tiro dalla distanza di Donadel fuori di poco per il resto in campo c'era solo una squadra, quella di mister Spalletti che faceva il buono e il cattivo tempo trovando al 66' la rete del 3 a 1 ad opera sempre di Taddei, autore di una bella doppietta. La Roma poi avrebbe colto un palo con Totti e sfiorato il quarto goal in diverse altre occasioni deliziando l'Olimpico di fede romanista con giocate deliziose, raddoppi continui di marcatura, pressing alto e la dovuta cattiveria.
Alla fine era difficile trovare il migliore in campo: tutti da Mexes a Totti, da Vucinic (subentrato a Mancini a metà del secondo tempo) a De Rossi fornivano una prova più che soddisfacente. 

La vittoria di questa sera serve per mantenere il contatto con il duo di testa, ma soprattutto si spera che sia la svolta giusta per un rilancio che tutti i tifosi si augurano possa essere l'inizio di un nuovo ciclo un po come accaduto l'anno passato.


Antonio Dir. Delle Site