Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 20:53

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 328 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 11 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Spalletti in conferenza stampa  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Spalletti: “io il Ferguson della Roma”

Il tecnico mette a tacere chi prevedeva per lui un futuro lontano dalla capitale

Id Article:13267 date 14 Ottobre 2006

Roma,
La consueta conferenza del sabato a Trigoria si è trasformata in una calorosa dichiarazione d'amore alla Roma da parte di Spalletti: “il modo inglese di gestire una squadra, alla Wenger o alla Ferguson, lo trovo il miglior modo di gestire una formazione. Soprattutto una società come la Roma ha bisogno di una figura del genere. Potrei essere io.”

Il tecnico, come al solito, non si è soffermato sulla questione contratto: “Non gliene frega a nessuno, noi pensiamo alla partita di domani”.
Perché domani ci sarà una gara importante, Reggina - Roma. “Quella di Reggio - ha dichiarato mister Spalletti - e quella di Atene sono due trasferte che si somigliano. Andiamo ad incontrare squadre che vogliono dar battaglia. Entrambe hanno buone capacità individuali, oltre che ambienti difficili dove è difficile mettere in pratica le nostre qualità. Andare a giocare in questi campi ti toglie sempre qualcosa per il calore dei tifosi avversari.
Per quanto riguarda il match di domani
- ha aggiunto il tecnico -,Walter (Mazzarri, ndr.) lo conosco bene, sa fare bene il suo lavoro, è venuto in questa serie dopo tante difficoltà. Sa farsi rispettare, la sua squadra riconosce quello che deve fare, i ragazzi mettono carattere nel disputare la partita. Se non ci adeguiamo può essere sempre un rischio. A noi fa piacere se loro proveranno a vincere la partita, perché noi dovremmo avere la stessa ricerca”.

Ma come si presenterà la Roma alle 15.00 di domenica? Molti sono i giocatori indisponibili. Così Spalletti sull'emergenza: “Mancini e Taddei saranno come minimo in panchina. Panucci recupera, Aquilani è da vedere, mentre per Vucinic e Mexes ci sono poche possibilità di essere in campo domani. Montella avverte un fastidio all'adduttore. Ma ho tanti altri ragazzi pronti a "raspare"”.

Infine sulla Champions League: “temo Barcellona e Lione, due ottime squadre. Ma noi cercheremo la vittoria, la Roma non è una squadra che può accontentarsi del bel gioco espresso fino a questo momento”.


Lorenzo D'albergo