Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 16:41

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Massimiliano Baldolini
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 75 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Spalletti confermato allenatore dell'As Roma per la stagione 2006-2007  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Spalletti il “Re Mida” del calcio

Il tecnico di Certaldo, in pochi mesi, è riuscito a trasformare giocatori considerati in passato finiti e ad affermare giovani promesse.

Id Article:13218 date 13 Ottobre 2006

Roma, Circa un anno fa la Roma, guidata dall'allora “neotecnico” Spalletti, faticava ad imporsi in serie A. La situazione cambiò notevolmente nel periodo compreso tra dicembre e gennaio. Spalletti parlò alla squadra riuscendo a consolidare il gruppo ed inoltre, probabilmente, caldeggiò la cessione di Cassano, elemento destabilizzante dello spogliatoio giallorosso.

Nei mesi successivi la squadra della capitale riuscì ad intraprendere una serie di successi, recuperò molti punti sulla Fiorentina chiudendo il campionato con un buon posizionamento, considerando la partenza disastrosa.

Quest'anno la stagione è iniziata nel miglior modo possibile: dopo cinque turni la compagine capitolina è prima in serie A ed ancora in piena corsa in Champions.

Il grande merito del tecnico toscano è stato quello di esser riuscito a dar valore alla propria rosa. Molti giocatori, considerati “Bufale” nella stagione 2004-2005, sono stati recuperati appieno con la “cura” Spalletti:

Perrotta,
criticato duramente nella stagione 2004-2005, nel 2006 s'è “laureato” campione del mondo, ed ha dimostrato di essere un centrocampista di quantità e qualità. De Rossi, negli anni scorsi considerato da molti un'eterna promessa , è diventato in pochi mesi una “realtà”. Mexes, Mexes giocatore rigenerato dalla "cura" Spalletti  
(Premi per la FOTO Ingrandita) fischiato senza pietà nel primo anno in giallorosso, è stato trasformato in un baluardo della retroguardia gialloross. Senza dimenticare tutti quei ragazzi, (vedi Aquilani, Rosi, Okaka), inseriti pian piano nel gioco della Roma che stanno maturando a vista d'occhio. Infine non possiamo esimerci dal considerare quei campioni che da poco meno di un anno a questa parte hanno ripreso a brillare:Totti, Panucci, Chivu.

Il grande merito del tecnico di Certaldo è stato di aver costruito un'ottima squadra ed un grande gruppo. Una sorta di mosaico nel quale ogni giocatore va a costituire un incastro perfetto. Spalleti, altresì, ha spinto la società a compiere acquisti mirati, (Tonetto, Cassetti, Pizzaro), che hanno permesso alla Roma di rinforzarsi, nel mercato estivo, senza sperperi di denaro.

L'allenatore toscano è riuscito, inoltre, a valorizzare giocatori di discreto livello come Karhja e Alvarez,ceduti nel mercato estivo, che hanno  fatto entrare denaro nelle casse della società di Trigoria.

La Roma è la squadra che nel 2006 ha espresso, fino ad ora, il miglior gioco in serie A. Neanche compagini allestite a suon di milioni e dotate di campioni di primissimo livello, vedi Milan e Inter, sono riuscite, la Domenica, ad entusiasmare gli intenditori di calcio come il gruppo guidato da Spalletti.


Massimiliano Baldolini