Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 03:28

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Marco Antonelli
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 92 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
totti e l'esultanza per cristian  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Donadoni punzecchia Totti

«A Roma per lui, ma non c'è»

Id Article:13046 date 3 Ottobre 2006

Roma, Si avvicina l'ormai decisiva doppia sfida con Ucraina e Georgia, e Donadoni chiama a sé molti dei campioni del mondo per cercare di fare bottino pieno. Nella conferenza stampa di Coverciano, il C.T. azzurro prova a smorzare la tensione: “Non ci sono state scelte tormentate e neppure bocciature. Alcuni giocatori hanno una condizione decisamente migliore rispetto ad altri e più minuti nelle gambe. Se mi è mancato Del Piero? Non mi è mancato, semplicemente adesso la sua condizione e quella di tutti gli altri è migliore"
Il C. T. della nazionale lascia però trasparire una certa amarezza quando parla dell'assenza di Totti, nel match contro l'Ucraina: “Italia-Ucraina è stata fissata a Roma per lui,  come Italia-Lituania era stata giocata a Napoli per rendere omaggio a Cannavaro. Peccato non possa esserci”. Donadoni ha comunque apprezzato l'intervento del capitano romanista sul tifo pro azzurri: “Il suo appello ai tifosi romani l'ho molto apprezzato, ha dimostrato una grande maturità”. Allo stesso tempo esclude che la non convocazione di Cassano sia legata a motivi ambientali: “non faccio convocazioni geopolitiche,Cassano non stava bene ha un problema agli adduttori”.  Intanto il pubblico di Roma sembra aver recepito l'invito del capitano, e nel primo giorno utile per l'acquisto dei biglietti per la partita con l' Ucraina sono già stati venduti 13mila tagliandi.


Totti non si fa certo pregare per inviare una replica al C.T. : "Nessuno può dubitare del rispetto che nutro nei confronti della Nazionale. Io ho fatto il sacrificio di partecipare ai Mondiali in quelle condizioni rischiando del mio e questo dimostra che alla maglia azzurra ci tengo".
Non si riesce a capire il protrarsi di una polemica sull'assenza di un giocatore che non è, palesemente, ancora al massimo; il sospetto, più che fondato, è che Donadoni si senta già vicino al baratro e cerchi tutto l'aiuto possibile. A novanta giorni dalla finale mondiale il gruppo  mondiale è ricostruito,  con o senza Totti non ci sono più alibi per i campioni del mondo.

Marco Antonelli