Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 20 Marzo 2019, ore 22:30

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Perrotta in azione duranta la sfida con il Valencia  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma sconfitta di misura.

Valencia-Roma 2-1 2006-2007 Champions League
Primo tempo giocato alla pari poi è solo Valencia.

Id Article:12879 date 28 Settembre 2006

Roma, Perdere contro il Valencia era stato abbondantemente preventivato quindi tornare a casa con zero punti dalla trasferta spagnola non può certo turbare più di tanto l'ambiante romanista.
Alla vigilia il risultato sembrava scontato.
La delusione però è tanta se si pensa che nella prima frazione di gioco i giallorossi hanno giocato alla pari con i loro avversari mostrando ottime trame di gioco e un approccio alla gara decisamente volitivo. Male invece la difesa con un Chivu in serata no, addormentato insieme a Cassetti in occasione della prima rete di Angulo e scivolato in occasione della seconda segnatura ad opera di Villa. Nella ripresa il Valencia ha fatto accademia sfiorando in più occasioni la terza rete e meritando il risultato mentre la Roma si è fatta viva solo con una conclusione di Totti su punizione, a testimonianza della pochezza offensiva della compagine romanista nonostante la presenza contemporanea del capitano,di Montella (subentrato ad Aquilani ad inizio secondo tempo) e di Okaka (che ha rilevato Cassetti nell'ultima mezzora di gioco).
La Roma inizialmente con Cassetti e Tonetto in campo dal primo minuto cercava di surrogare alla carenza di spinta offensiva dovuta alle assenze annunciate di Mancini e Taddei, mentre l'infortunato dell'ultima ora Mexes veniva sostituito da Ferrari. Confermato il modulo con Totti unica punta la Roma per i primi 10 minuti di gara incantava il pubblico di fede romanista e faceva preoccupare i numerosi tifosi del Mestalla. Purtroppo però alla prima incursione del Valencia una dormita della difesa romanista permetteva ad Angulo di scagliare una bordata imparabile e portare i suoi sull'1 a 0. La Roma non ci stava e reagiva con veemenza e dopo neanche 7 minuti perveniva al pareggio grazie ad un sacrosanto calcio di rigore che l'arbitro tedesco Fandel non avrebbe nemmeno assegnato se non fosse stato per il guardalinee. Il tutto provocato da un cross di Tonetto e da una dormita del giocatore Moretti che perso il pallone, Totti esulta dopo il gol contro lo Shakhtar Donetsk  
(Premi per la FOTO Ingrandita) peraltro controllato in parte con una, per evitare che Cassetti entrasse in porta con la palla, cinturava platealmente il giocatore al punto quasi da sfilargli i calzoncini.
Dal dischetto ci pensava capitan Totti, oggi fresco trentenne, a mettere le cose in parità. Purtroppo 10 minuti dopo il giovane talento Villa, una autentica spina nel fianco della difesa, complice anche uno sfortunato scivolone di Chivu, prendeva la mira ed infilava Doni sul primo palo siglando quello che poi sarebbe stato il definitivo 2 a 1.
Prima dell'intervallo spettacolare intervento del portiere Canizares che deviava in angolo una conclusione velenosa di Pizarro.
Nella ripresa calava la forma fisica e il Valencia ne approfittava per salire in cattedra e sciorinare un ottimo calcio. La Roma come detto nonostante le tre punte non pungeva mai, Perrotta, Tonetto e Panucci pian piano sparivano dal campo, Pizarro non riusciva a prendere per mano la squadra, Totti si vedeva sempre meno, Montella non strusciava un pallone…
Alla fine la Roma veniva sconfitta di misura ma restavano i rimpianti per una gara che sembrava comunque alla portata dei romanisti.
A fine gara Spalletti non ha voluto trovare alibi, non si è appellato alle pesanti assenze (senza Taddei e Mancini la squadra sembra perdere un buon 50% del suo potenziale offensivo) o alla campagna acquisti che ad esclusione di Pizarro ha portato a Roma gente incerottata che fino ad ora ha frequentato più l'infermeria che i campi di Trigoria.
“Dobbiamo migliorare”… queste le sue parole del tecnico e se poi, aggiungiamo noi, si riuscisse anche a recuperare qualche infortunato sarebbe meglio.
Grazie poi al pareggio tra Shakhtar Donetsk e Olympiakos la Roma rimane sempre seconda nel giorne con 3 punti, anche se adesso bisognerà in ogni modo fare risultato nella trasferta di Atene prevista per il 18 di ottobre.


Antonio Dir. Delle Site