Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 17 Luglio 2019, ore 08:30

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 328 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 11 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Spalletti in conferenza stampa
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Spalletti: “Non vedo una situazione critica”

“Il Parma va preso con le molle”

Id Article:12750 date 23 Settembre 2006

Roma,
Si è svolta oggi la consueta conferenza stampa di Luciano Spalletti. Gli argomenti di discussione sono stati parecchi, come era facile aspettarsi dopo un contraddittorio inizio di campionato. Tre vittorie subito, una partenza boom e poi lo stop interno contro un'Inter che sembrava essere tutto tranne che al massimo della forma.
Dopo lo stop di Mancini si è subito parlato di emergenza: "Panucci è convocato, ha un problema di un ematoma per una botta. E' con noi. L'emergenza? In generale non la vedo così critica la situazione. Anzi. Senza ali ci possiamo affidare alle punte. Difesa a tre? E' una cosa che prenderemo in considerazione. Però per quanto riguarda Parma c'è da tenere conto l'atteggiamento della squadra avversaria. Il Valencia? Un po' sto tenendo conto anche di quella partita per gli undici iniziali". 

Un altro problema evidenziato dalla sconfitta interna è stata la pessima prestazione di capitan Totti: "Prima di tutto Francesco non sta malissimo. Ha fatto una partita sottotono, ma ha caratteristiche importanti. Domani sarà in campo. Può essere aiutato in attacco da una punta tipo Montella? Può essere presa in considerazione in futuro, ma non per aiutarlo". Ora possiamo ripartire. La mia squadra saprà mettere quei comportamenti che ci vorranno. Qualche discorso in funzione dell'Inter è stato fatto anche stamani. Forse qualcosa abbiamo pagato a lavorare un giorno in meno rispetto all'Inter".
Quindi contro il Parma bisognerà ripartire al massimo: “Una squadra da prendere con le molle. Hanno fatto buone partite,a Firenze sono stati sfortunati. Dispongono di Morfeo che dispone di una grandissima fantasia. Poi c'è Grella, Dessena, Kutuzov. Una rosa fatta bene per quello che deve essere il loro campionato". 

Forse ci sarà spazio per Rosi: "E un ragazzo giovane, a volte l'esuberanza non paga. Può anche capitare di giocare dieci minuti sottotono, anche se per me non è stato così perché in un paio di circostanze è stato sfortunato. Cassetti? Giocherà le sue partite, basta che si farà trovare pronto". 

Infine l'annosa questione del contratto del tecnico di Certaldo: "Una precisazione la voglio fare: la scorsa volta non sono stato così carino quando ho parlato di quel dettaglio del contratto dei due anni più uno. E mi dispiace che Pradé ci sia rimasto male perché con lui ho un ottimo rapporto. Era solo per far capire che nel calcio le cose possono cambiare. E poi fui io a dire a Pradè allora che per il mio contratto poteva fare come voleva perché a Roma volevo venirci in tutte le maniere. Il futuro? Non è importante, c'è ancora strada da fare".


Lorenzo D'albergo