Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 21:08

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Marco Antonelli
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 92 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il tecnico Luciano Spalletti sul campo di allenamento  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Il “Big Match”

“Cosa invidio a Mancini? I capelli…”

Id Article:12614 date 19 Settembre 2006

Roma, Conferenza stampa di rito a Trigoria per mister Spalletti, alla vigilia del big match di mercoledi sera: “Vincere sarebbe importante e dimostrerebbe che ce la possiamo giocare alla pari. Ho sempre detto che loro hanno qualcosa in più, ma dentro una partita secca possiamo sfidare chiunque.”
La sfida allora è lanciata, e la Roma non scenderà in campo per pensare a limitare i danni: “Dobbiamo avere la nostra identità di gioco, ma quando la palla è avversaria bisogna conoscere le prerogative dell'avversario per poterci opporre. E' pericoloso e più dispendioso lasciare l'iniziativa all'Inter, noi dobbiamo giocare a viso aperto”. La compagine giallorossa dovrà evitare gli errori di un mese fa: “Per un'ora nella partita in Supercoppa abbiamo fatto benissimo, poi il secondo gol ha fatto si che una squadra non ancora perfettamente rodata andasse in difficoltà. Forse è peggio così, che loro arrivino arrabbiati”. Poi l'allenatore si concede una battuta: “Cosa invidio a Mancini? Io sono contento di essere allenatore della Roma e non sono invidioso, al massimo i capelli…”

Spalletti parla anche del contratto, (Premi per la FOTO Ingrandita) vero tormentone settembrino: “Del contratto non mi interessa parlare, non ne parlerò più. Ne discuteremo come ho sempre fatto verso fine campionato. Gli attestati di stima fanno piacere, ma sono consapevole che tutto può cambiare in poco tempo in questo mestiere. Questa ‘storia'del contratto è diventata un tormentone perché ho vinto due partite, prima non se ne parlava”. Entro gennaio la questione dovrebbe essere comunque risolta.

Vista l'indisponibilità di Vucinic, il tecnico giallorosso spera di poter contare almeno sull' ‘aeroplanino' : “Montella ieri ha fatto allenamento differenziato, ma la realtà la sapremo oggi, anche se io credo che sarà convocato”. Oggi alle 18.00 verrà diramata la lista dei convocati, i quali resteranno a Trigoria per il ritiro pre-partita.

La sfida sarà seguita da 180 paesi, in tutto il mondo quindi, con un potenziale bacino di spettatori di due miliardi. Rimane sempre inspiegabile come, con una vetrina cosi, la Roma non riesca a trovare un jersey sponsor di livello.

Marco Antonelli