Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 20:18

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Luigi Perrone
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 470 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 4 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il tecnico toscano è alla sua seconda stagione alla guida della Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Spalletti:”Non firmo per il terzo posto”

Il tecnico giallorosso in vista della trasferta di Siena si sofferma sul momento della sua Roma

Id Article:12440 date 14 Settembre 2006

Roma, Luciano Spalletti si coccola la sua creatura, soddisfatto per la buona partenza avuta dalla squadra. Vorrebbe esternare tutta la sua gioia, ma il ruolo gli impone di non scomporsi troppo, consapevole che in questo ambiente i giudizi possono cambiare repentinamente. E allora si torna a parlare con moderazione della serata di Champions che ha visto la Roma esordire con una sonante vittoria:”Siamo partiti bene, ma io amo volare basso- dice il tecnico giallorosso, che aggiunge- Del 4-0 in Coppa non dimentico i problemi, però mi è piaciuta la maturità con cui siamo rimasti in campo".
Martedì è tornato al goal anche Francesco Totti, il capitano che Spalletti nelle prime due uscite stagionali ha schierato come attaccante:”Punta o trequartista lui gioca sempre per la squadra- dice il mister, che assicura-: durante la stagione ci sarà spazio anche per Montella e Vucinic.
L'allenatore si sofferma su Ferrari e Tonetto, che chiamati in causa in questo inizio di stagione hanno risposto alla grande: “Matteo ha il difetto di essere troppo per bene. Se fosse un pizzico più ribelle, avrebbe più facilità a dimostrare i suoi notevoli mezzi. Tonetto si è inserito subito: in Champions ha offerto una grande prova. E' in grado di fare tutta la fascia 400 volte in 90 minuti".
Spalletti da un'occhiata al mercato che potrebbe vedere la Roma ancora protagonista, soprattutto nel caso in cui dovesse proseguire l'avventura europea:”La società si sta muovendo secondo il modello Arsenal. Possibile che a gennaio possa esserci qualche ritocco”. 

Secondo il tecnico la squadra è migliorata rispetto allo scorso anno sia sul piano del comportamento che dell'organico:”La squadra non ha più cali: rispetto all'anno scorso non rischia di sentirsi appagata. A livello tattico ho l'opportunità di trovare nuove soluzioni,Pizarro e De Rossi si completano. Con Perrotta e Aquilani ho quattro giocatori eclettici. Il modulo varierà".
Mercoledì prossimo arriverà all'Olimpico l'Inter, sarà il primo vero banco di prova per le ambizioni giallorosse:” La sfida con l'Inter non sarà decisiva perché arriva troppo presto- dice l'allenatore romanista che in merito alla sconfitta dei nerazzurri in Champions afferma-. L'Inter è una corazzata. Il ko di Lisbona gli servirà. Comunque non firmo per il terzo posto. Dopo calciopoli si è ripartiti in un contesto più corretto. La gente tornerà allo stadio".
I tifosi credono molto in lui, dopo un accoglienza non del tutto calorosa ha saputo conquistare la loro fiducia; Spalletti è molto orgoglioso di questo:”E' bellissimo che la curva abbia cantato il mio nome. Quando i tifosi ti chiamano hai paura di non riuscire a essere alla loro altezza".






Luigi Perrone