Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 23 Luglio 2019, ore 08:45

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 328 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 11 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il giovane attaccante circondato dai difensori  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma dei giovani travolge lo Standard Liegi

A segno Cerci, Rosi e Tulli

Id Article:11937 date 22 Luglio 2006

Roma,
Una Roma tonica, veloce negli scambi palla a terra e dalla buona corsa è quella che ha strapazzato lo Standard Liegi, formazione arrivata seconda nell'ultimo campionato belga, al terzo test amichevole della stagione. Questa la formazione iniziale: Curci; Comotto, Ferrari, Chivu, Tonetto; Faty, Aquilani; Alvarez, Taddei, Mancini; Nonda.

A Bolzano nel primo tempo in campo c'è una Roma volitiva ma inconcludente. Sembra quasi mancare un punto di riferimento in attacco, dove Nonda si muove molto, ma con pochi risultati. La prima vera occasione arriva solo al ‘35, quando Nonda serve in profondità il velocissimo Alvarez. L'ala honduregna si beve il diretto avversario e scarica un sinistro a rientrare che però non impensierisce troppo Renard, un passato all'Udinese e al Napoli. La seconda ed ultima occasione giallorossa delprimo tempo si registra al '38. Aquilani in percussione conclude fiaccamente a rete, cercando un improbabile “cucchiaio”. Ottimo il primo tempo di Faty, Aquilani e Chivu, quest'ultimo vero padrone della difesa.

Nel secondo tempo spazio ai giovani: in campo Rosi, Cerci, Galloppa, Tulli, Giacomini, Cerci, giovane promessa romana  
(Premi per la FOTO Ingrandita) Okaka, Galasso, Palermo, Freddi. Tra i “vecchi” nella ripresa si vedono Cassetti, Panucci e Julio Sergio.
La Roma parte subito forte. Scambio Mancini - Nonda - Mancini, il brasiliano entra in area e serve un pallone perfetto a Cerci che insacca il gol del vantaggio. Al '49 Nonda scalda le mani a Renard con un debole rasoterra. Il raddoppio giallorosso al '53: gran tiro di Cerci che si infrange sulla traversa. Sulla ribattuta Rosi è pronto ed insacca con un destro al volo.
Il definitivo 3-0 lo segna Tulli, una delle sorprese del ritiro di Castelrotto. L'attaccante, di rientro dal prestito alla Triestina, batte per la terza volta Renard, sfruttando un'amnesia difensiva della retroguardia belga. Il resto della partita ha la funzione di vetrina per i giovani della Roma. Ottimi Freddi e Galloppa, un po' in ombra Okaka.

La Roma conclude quindi il suo ritiro a Castelrotto con la terza vittoria consecutiva. Ci si aspettava qualcosa di più da questo Standard Liegi, squadra che non ha mai impegnato Curci e Julio Sergio. Merito della forza della Roma o colpa della compagine belga? Solo il tempo ce lo saprà dire.


Lorenzo D'albergo