Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 23 Luglio 2019, ore 09:36

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Federico Bettello
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 497 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 5 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Marcello Lippi  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Lippi: lascio la Nazionale

Era nell'aria, ora è ufficiale. Il ct azzurro non rinnoverà l'incarico

Id Article:11876 date 12 Luglio 2006

Milano, Lo si sapeva, lo si era intuito già a Mondiale in corso. Lippi era intenzionato a lasciare l'incarico: troppe le polemiche di inizio ritiro sul suo conto e sul figlio Davide coinvolto nello scandalo intercettazioni. Ferite indelebili, per uno come Lippi, uno che gli sgarri se li segna, e al momento giusto presenta il conto. L'unica speranza era riposta in un ripensamento: si sperava che la vittoria a Germania 2006 e le scoppole post finale di Gattuso gli avessero fatto cambiare idea. Invece no: Marcello Lippi da oggi non è più il commissario tecnico azzurro. Lo ha comunicato lui stesso con un breve ma chiaro comunicato: "A conclusione di una straordinaria esperienza professionale ed umana, vissuta alla guida di un eccezionale gruppo di calciatori e con la collaborazione di uno staff di prima qualità, ritengo esaurito il mio ruolo alla guida della Nazionale italiana - ha scritto Lippi - Ho pertanto comunicato alla Figc la mia volontà di lasciare l'incarico di Commissario tecnico alla scadenza naturale del contratto. Desidero ringraziare la Figc per la fiducia dimostratami sempre in questi due anni di lavoro, coronati da un risultato che rimarrà nella storia del calcio italiano e nel cuore di tutti i tifosi". Scelta irrevocabile quindi,maturata già da tempo e che ha trovato oggi solo una conferma. D'altra parte è lo stesso Giancarlo Abete, capo delegazione a Germania 2006, a rivelare in un comunicato con quale anticipo l'ormai ex-ct azzurro avesse scelto l'addio: "Marcello Lippi mi ha comunicato durante la fase di qualificazione per il passaggio agli ottavi di finale, di non aver preso alcun impegno professionale per il futuro e di aver peraltro deciso, qualunque fosse stato il risultato del Campionato del Mondo, di lasciare la guida della Nazionale alla scadenza naturale del contratto. Mi ha confermato tale sua volontà nella giornata di martedì 11 luglio". Ora si apre il toto successore: che in ogni caso avrà un macigno di eredità da portare sulle spalle. Per Lippi una lunga vacanza in barca e un futuro ancora in panchina. Dove non lo si sa ancora. Tutto sommato va bene così: Lippi se ne va da vincitore; noi italiani con una Coppa del Mondo in bacheca; e accontentato pure chi voleva le dimissioni del ct prima dei mondiali: con un mese di ritardo, ma la scusa è più che valida.

Federico Bettello