Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 17 Luglio 2019, ore 09:14

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Fatto ,
,
a cura di Francesco Conti
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 286 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il rigore trasformato da Totti che porta l'Italia ai quarti di finale   
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Il minuto più lungo di Totti e di tutti

Italia-Australia 1-0 2006 Mondiale
Un rigore allo scadere del Capitano della Roma trascina la Nazionale ai quarti di finale.

Id Article:11756 date 27 Giugno 2006

Roma,
L'Italia vola ai quarti di finale dove affronterà l'Ucraina. Certo non ci si aspettava che fosse una partita facile contro l'Australia di Hiddink ma francamente i nostri azzurri hanno faticato ben oltre le previsioni raggiungendo la qualificazione solo in extremis grazie ad un calcio di rigore firmato da Totti proprio quando ormai tutto faceva presagire che le sorti dell'incontro sarebbero state decise ai supplementari ed eventualmente alla lotteria finale dei rigori.

Strano destino in questa partita per il Capitano della Roma che torna a segnare un gol in partita ufficiale dopo l'infortunio che lo ha costretto a 3 mesi di stop. E dire che per Totti la giornata non dev'essere iniziata nel migliore dei modi quando a poche ore dall'inizio del match ha saputo della sua esclusione dall'11 di partenza, una scelta che ha destato molte perplessità quella di Lippi, soprattutto in virtù del fatto che al posto di Totti è stato scelto Del Piero, apparso decisamente fuori forma e mai nel vivo della partita.
Altro momento cardine della partita è stata l'espulsione, molto severa, comminata a Materazzi che ha cambiato le carte in tavola e costretto l'Italia in 10 uomini per quasi tutto il secondo tempo. Eppure, nonostante l'inferiorità numerica gli azzurri sono riusciti ad arginare gli attacchi degli australiani grazie anche ad un ottimo Buffon, sempre puntuale nei suoi interventi.

La decisiva svolta arriva però a circa un quarto d'ora dalla fine della gara quando Lippi sceglie di buttare nella mischia Francesco Totti proprio al posto del deludente Del Piero.
Il n°10 azzurro dimostra subito un buon approccio con un paio di giocate di alta scuola.
E poi in pieno recupero il destino di cui parlavamo prima, Totti dopo aver segnato il rigore che vale il passaggio ai quarti, viene abbracciato da Del Piero e compagni  
(Premi per la FOTO Ingrandita) strano e imprevedibile fa accadere quello che milioni di tifosi italiani si auguravano: assist di Totti per Grosso che scende sulla fascia, superando un avversario, entra in area e dopo un altro dribbling viene atterrato: è calcio di rigore! E' il 93° e quel minuto sembra durare un'eternità; l'arbitro che indica il dischetto, Grosso che da terra esulta, i compagni che lo vanno ad abbracciare, gli australiani che protestano.

Ora tocca a Lui, Francesco Totti, il predestinato, Lui che ha sempre creduto a questo Mondiale, anche quando l'infortunio ha rischiato di comprometterne la sua partecipazione, Lui che ha dovuto subire le critiche per le prime partite non brillantissime per via di una condizione fisica ancora non perfetta, ebbene Lui si dirige verso il dischetto con la concentrazione di chi sa che quel tiro vale la vittoria, sua e dell'Italia. In quegli attimi di eterna attesa, in quell'attimo in cui l'Italia si è fermata, Buffon si è voltato, qualcuno ha pensato al cucchiaio, i compagni si sono stretti idealmente in un abbraccio che presto è diventato reale, quando quel pallone pieno di potenza e precisione si è infilato alle spalle del portiere avversario liberando la gioia di Totti e di tutti.

L'Italia può gioire e tirare un sospiro di sollievo, Francesco può tornare a sorridere, sommerso dai compagni che lo festeggiano. Avanti Italia, avanti Totti!

Francesco Conti