Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 15:55

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Servizio Post ,

a cura di Andrea De Giorgio

L'arbitro messicano Benito Archunda    
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Il punto sull'arbitraggio di Italia - Repubblica Ceca

Rep. Ceca-Italia 0-2 2006 Mondiale

Id Article:11721 date 24 Giugno 2006

Milano, L'arbitro del match è stato Benito Archunda, messicano di quarant'anni al suo debutto mondiale. Voto 6.

Un arbitraggio a tratti in stile anglosassone a tratti in puro stile italiano. Ha alternato momenti in cui ha fischiato tutto (vedi Gilardino) e momenti in cui ha lasciato molto correre. Decisioni comunque quasi tutte corrette. A dir la verità è stata una partita tutto sommato poco fallosa e non difficile da condurre sui binari del fair play.
Poche le cose da analizzare.

Al 2' Nesta interviene duro su Nedved. L'arbitro avrebbe potuto tirare fuori il giallo, ma ha fatto bene a tenerlo nel taschino.
Al 27' Polak tocca durissimo da dietro Totti. Archunda lo grazia, ma non per molto.
31' ammonito Gattuso. Il centrocampista italiano da terra stende Nedved. Fallo inutile. Ammonizione giusta.
35' ancora Polak protagonista: il ceco atterra a centrocampo Pirlo. Primo giallo per lui.
46' espulso Polak. Il centrocampista della Repubblica Ceca entra da dietro su Totti. Arbitro inflessibile: secondo giallo e giusta espulsione. Nessuna protesta.

Unici spunti per la ripresa li abbiamo entrambi grazie ad Inzaghi.

34' Inzaghi lanciato a rete da Pirlo. L'attaccante rossonero è in posizione irregolare. Come da regolamento si intende “posizione di fuorigioco” quando l'attaccante è più vicino alla linea di porta rispetto al penultimo difensore. La parte del corpo interessata per la dinamica del off-side è qualsiasi parte che può giocare la palla (testa,piede, gamba, coscia, petto). Inzaghi nello specifico si trova più vicino alla linea di porta con una gamba. Decisione corretta, millimetrica ma corretta.

42' ancora Inzaghi protagonista. Lanciato da Totti il giocatore rossonero parte addirittura prima della metà campo. Come da regolamento, il fuorigioco è “attivo” solo oltre la linea mediana del campo. Ottima decisione del primo assistente di Archunda.

Nonostante i timori su un arbitro dal “cartellino facile” la gara è stata arbitrata bene sotto il punto di vista disciplinare. Sotto il punto di vista tecnico invece, alcune decisioni sono state invertite: molti falli su Gilardino sono stati fischiati ai danni del rossonero. Altrettanti falli su Totti e su Pirlo sono stati lasciati correre. Un arbitraggio che non è piaciuto completamente, ma che merita la sufficienza.






Andrea De Giorgio