Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Venerdi 23 Agosto 2019, ore 09:08

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 633 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Materazzi in rete  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

L'Italia approda agli ottavi.

Rep. Ceca-Italia 0-2 2006 Mondiale
Dalla panchina (Materazzi ed Inzaghi) arrivano le due reti della vittoria azzurra.

Id Article:11691 date 22 Giugno 2006

Roma, Mai come questa volta vincere era obbligatorio. Non solo per passare il turno ma soprattutto per salvare il cammino nella competizione mondiale in quanto arrivare primi nel girone significava non solo evitare il Brasile negli ottavi (invece incontreremo la Croazia o l'Australia) ma incontrare la vincente tra Svizzera ed Ucraina nei quarti.
Vittoria è stata e quindi via libera ai festeggiamenti, ma il risultato di 2 a 0 non deve ingannare perché la gara è stata bruttina, molto sofferta e alla fine il migliore in campo è stato proprio il portiere Buffon, che con i suoi interventi ha più volte salvato la porta azzurra.
Già leggendo la formazione si percepiva come l'Italia temeva la sfida con i Ceki in quanto il consueto schema a due punte più Totti veniva sacrificato per un più abbottonato 4-4-2 dove effettivamente l'unico a giostrare in avanti era Gilardino mentre Totti giostrava più arretrato come trequartista.
La Repubblica Ceka recuperava Baros e si affidava all'estro di Pavel Nedved forse il migliore dei suoi e l'ultimo ad alzare bandiera bianca.
L'Italia partiva molto timorosa, e il primo tiro in porta degli azzurri arrivava solo al 24' con un pretestuoso colpo di testa di Gattuso dopo che Buffon aveva nel frattempo almeno per tre volte tamponato gli attacchi degli uomini di Brukner.
Due minuti dopo, su azione di calcio d'angolo battuto da Totti, era perfetto lo stacco di testa di Materazzi (subentrato al 17' al posto di Nesta per infortunio) che portava in vantaggio gli azzurri.
Prima della fine del primo tempo da registrare l'espulsione per doppia ammonizione di Polak che commetteva un fallo tanto brutto quanto inutile su Totti a centrocampo lasciando per tutta la ripresa i suoi in inferiorità numerica.
Ci si aspettava con l'uomo in più un secondo tempo più spavaldo degli azzurri che invece si limitavano a controllare la gara e ad affidarsi a sporadiche azioni in contropiede.
Lippi capita l'antifona inseriva il miglior contropiedista di cui poteva disporre ovvero lo scalpitante Pippo Inzaghi,che in un paio di occasioni riusciva a divorarsi due reti clamorose.
L'Italia sprecava e i Ceki attaccavano e mettevano in difficoltà la difesa azzurra dove Buffon, Cannavaro e Materazzi erano costretti a fare gli straordinari: con queste premesse più passavano i secondi e più si soffriva e si facevano gli scongiuri affinché la vecchia legge del calcio (goal sbagliato goal subito) non avesse a ripetersi.
La sofferenza terminava pochi minuti prima del triplice fischio finale quando ad un minuto dalla fine dei tempi regolamentari Inzaghi, partito in solitudine dalla nostra metà campo, si faceva perdonare degli errori precedenti scartando il portiere e depositando in rete il pallone del definitivo 2 a 0.
Con la vittoria odierna Italia e Ghana, che hanno battuto gli Usa, approdano agli ottavi in attesa di conoscere le rispettive avversarie che giocheranno in serata.
Andiamo avanti ma speriamo di soffrire meno in futuro, magari sperando che in molti degli azzurri in futuro riescano a fare meno fatica e ad incidere di più sulla gara, Totti in primis.


Antonio Dir. Delle Site