Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 23 Luglio 2019, ore 10:08

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Spagna , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Federico Formica
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 281 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 14 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
L'esultanza dell'attaccante madrileno Fernando Torres  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Spagna-piedi-buoni strappa la sufficienza

Battuta la Croazia nell ultimo test pre-Mondiale

Id Article:11472 date 8 Giugno 2006

Roma, I ragazzi di Luis Aragones vincono l'ultima amichevole pre-Mondiale: dopo la Russia e l'Egitto, le “furie rosse” hanno battuto anche i ben più temibili croati, anch'essi ospiti della kermesse tedesca.
Così come qualche giorno fa, però, anche stavolta la Spagna non ha incantato, né ha espresso totalmente quelle enormi potenzialità che pure ha. L'impressione è di una squadra piena di piedi buoni, soprattutto dalla cintola in su, ma che non sa soffrire quando incontra squadre che ammassano giocatori col chiaro intento di congestionare il traffico del centrocampo.


La Spagna ha fatto la partita contro una Croazia fortissima sul piano fisico ed agonistico, ma ben inferiore su quello tecnico. Xavi e Xabi Alonso hanno diretto l'orchestra, cercando soprattutto di imbeccare le due ali Reyes (uno dei più in forma dei 23 spagnoli) e Joaquin. Con risultati alterni. La partita comunque si mette subito male quando Pablo, centrale spagnolo, infila il proprio portiere con un colpo di testa maldestro. Autogol e svantaggio.
La situazione peggiore che gli spagnoli potessero immaginare,perché la Croazia si è subito barricata a difesa del risultato e in questo modo ha esaltato uno dei difetti della Spagna: il cambio di ritmo, l'affondo fulminante. Il pareggio è arrivato al minuto 62 grazie all'esterno sinistro Pernia, che si è scrollato di dosso l'etichetta di “sostituto dell'infortunato Del Horno” ridando morale agli spagnoli, che a questo punto hanno affondato più di una volta nella difesa croata.
Il gol partita è arrivato de “el niño” Fernando Torres, a coronamento di una partita di grande sacrificio, che dev'essere senz'altro piaciuta al suo CT. Il centravanti dell'Atletico Madrid si è fatto perdonare un errore dal dischetto di pochi minuti prima e ha regalato una vittoria che dà tanto morale al team iberico. Il girone con Ucraina Tunisia ed Arabia non è certo proibitivo, Aragones avrà tempo e occasioni per limare i difetti della sua squadra.


Federico Formica