Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 23 Gennaio 2019, ore 06:10

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
La nazionale under 21
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Europei Under 21: l'Italia pareggia in extremis.

Riacciuffata la Danimarca solo al novantesimo. Male il primo tempo meglio la ripresa.

Id Article:11415 date 26 Maggio 2006

Roma,

Nella sua gara di esordio agli Europei under 21 l' Italia ha pareggiato 3-3 con la Danimarca. La rete del pareggio italiano è arrivata solo al 90', dopo una gara sofferta che sembrava ormai persa, eppure la partita era iniziata sotto i migliori auspici grazie ad un inizio vivace della nazionale allenata da Gentile, che al 15' andava in rete con un piatto di sinistro al volo di Potenza. Forse l'eccessiva fiducia nel vantaggio acquisito provocava un inspiegabile "effetto camomilla" che addormentava gli azzurrini che concedevano troppo agli avversari. Ne veniva fuori che la Danimarca in 25 minuti riusciva a segnare 3 gol: al 21' con Wurtz che sorprendeva Curci,al 34' con Kahlenberg, forse il migliore dei suoi, e al 42' con una punizione di Andreasen che sfruttava una "falla" della non certo impeccabile barriera azzurra.

 Nel secondo tempo cambiava la musica: l'ingresso in campo di Rosina forniva dinamismo e continuità alla manovra che con il passare dei minuti dava i frutti sperati. Prima Palladino (60' su colpo di testa) e poi Bianchi (subentrato a Pazzini) al 90' riportavano il risultato in parità.

A fine gara Claudio Gentile ha dichiarato: "Non ho mai avuto dubbi sulla mia squadra, perchè conosco l'orgoglio e il cuore dei ragazzi. Però gli errori che abbiamo commesso contro la Danimarca devono servirci di lezione, contro l'Ucraina è vietato sbagliare.Dopo il gol del vantaggio la squadra ha sbandato, senza riuscire a fare quello che era nelle nostre intenzioni. Segno che abbiamo sbagliato l'approccio alla partita; nell'intervallo ho parlato ai ragazzi, ho visto che in loro c'era una grande voglia di dimostrare quello che sanno fare e sono tornato in panchina tranquillo, sicuro che ci sarebbe stata una reazione. Cosa che puntualmente è avvenuta. Per come si erano messe le cose, è andata bene; non era facile rimontare due gol, ma i ragazzi nella ripresa hanno giocato col cuore e sono stati bravissimi".

Adesso riflettori puntati sulla sfida di venerdì 26 maggio contro l'Ucraina alle 20.45 (ora italiana); queste le parole del mister: "Sarà una partita difficile, non possiamo sbagliare. Se vogliamo arrivare in semifinale, dobbiamo vincere e mettercela tutta. La mia squadra ha potenzialità enormi e lo ha dimostrato".

 



Antonio Dir. Delle Site