Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 26 Agosto 2019, ore 02:34

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Virtus Roma , Tipo Articolo:Servizio Pre ,
,
a cura di Federico Rossini

, ,



Articoli: 128 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 2 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Hawkins
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Virtus, la notte più importante

Fondamentale gara2 al PalaLottomatica per pareggiare la serie e riacquistare fiducia

Id Article:11391 date 20 Maggio 2006

Roma, Probabilmente non ci sarà l'atmosfera magica dell'anno scorso, ma quella che si presenterà domani sera alle ore 20:30 al PalaLottomatica sarà comunque una tifoseria calda, pronta a spingere la Lottomatica Virtus Roma verso il pareggio nella serie contro il Montepaschi Siena, in gara2 dei quarti di finale del campionato di serie A.

Come è noto, la prima gara, a Siena, si è infatti conclusa sul 74-64 in favore degli ex-Campioni d'Italia, che hanno trovato una serata-no di Bodiroga e quasi tutta la squadra, incapace di aprirsi varchi in una Mens Sana certo non imbattibile.

Da questa gara, appunto, si sono ricavate alcune informazioni. La prima di esse è forse anche la più grave: la Lottomatica non è entrata con la mentalità giusta nel clima dei playoff, e ha offerto davvero pochi sprazzi di bel gioco e restando incapace di reagire alle bordate della formazione di coach Recalcati, specialmente portate da Kaukenas.

In mezzo alle note negative, però, si possono intravedere due barlumi di positività. Il primo, David Hawkins, che ha segnato 22 punti, anche se tanti nel finale, conferma questa che l'americano è uno che non molla mai. Il secondo, Obinna Ekezie. E' vero che il nigeriano ha fatto buone cose solamente nel primo quarto, segnando i primi 12 punti della formazione capitolina, ma ciò può costituire il primo segnale di una ripresa che lo potrebbe riportare, se non allo stesso rendimento, quantomeno a uno simile rispetto all'inizio della sua avventura romana, prima dell'infortunio. Si è detto che ci sarà una tifoseria calda, o che almeno così si spera. A stamattina risultavano venduti infatti circa quattromila biglietti, indice di una proiezione che va verso i seimila. A ciò si aggiunge una scenografia con magliette che saranno distribuite fuori dal PalaLottomatica, che dovrebbero contribuire a rendere il pubblico quel sesto uomo in campo che servirebbe infinitamente a questa squadra. Svetislav Pesic, però, del pubblico preferisce non parlare, concentrandosi sulle motivazioni tecniche dell'incontro e mostrandosi fiducioso come al solito: "Nel primo incontro non ci siamo espressi come avremmo potuto e voluto. Non abbiamo giocato al nostro livello e questo riguarda sicuramente l'attacco ma anche la difesa. Per questo,l'impegno di domani si presenta come una nuova sfida, dove sono certo che giocheremo meglio. Mi aspetto una partita giocata punto a punto e questa volta, il vantaggio di giocare in casa lo abbiamo noi." Quindi, continua su Charissis, che, con la presenza in campo, in gara1 ha propiziato il break dell'MPS: "Il greco ha disputato una buona partita ma noi lo conosciamo bene. Viene da una squadra come l'Olympiakos, ed è un elemento di esperienza. Indubbiamente, domani dobbiamo difendere meglio su di lui" Da parte senese, Recalcati resta molto cauto, badando ad eliminare alcuni difetti visti in gara1, ma anche al possibile impatto del già citato Charissis sulla serie: "Christos sta confermando la scelta che abbiamo fatto sul mercato. Avevamo cercato un giocatore con determinate caratteristiche e lui rispondeva ai requisiti che ci necessitavano in quel momento della stagione.[...] Per il campionato italiano è un elemento nuovo, questo può avere aspetti positivi e negativi: così come lui sta ben ambientandosi in questa sua avventura italiana, è altrettanto vero che pure gli avversari inizieranno a prendere le misure sulle sue caratteristiche" Insomma, questa partita rappresenta un viatico fondamentale per i playoff della Virtus, che potrebbero quasi terminare (da 0-2 ha rimontato solo Treviso con Reggio Calabria due anni fa) oppure potrebbero continuare a far sognare. Un dato spiacevole: l'ultima volta che la squadra capitolina ha rimontato con successo una serie di playoff risale addirittura al '91/92, e si parla di un'epoca assai diversa, quella del Messaggero. Questa Virtus, però, ha le qualità per aggiornare questo dato. Bodiroga, Hawkins, Ilievski sono i tre perni principali di questa squadra. La speranza è che  Kaukenas, Charissis e i tiratori senesi trovino pochi spazi per tirare.



TABELLONE PLAYOFF

1 Climamio Bologna

0 Angelico Biella

(78-67)



0 Snaidero Udine

1 Carpisa Napoli

(107-87)





1 Montepaschi Siena

0 Lottomatica Roma

(74-64)



0 Armani Jeans Milano

1 Benetton Treviso

(83-76)

Federico Rossini