Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 27 Giugno 2019, ore 02:31

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Bovo e Gilardino in azione
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma chiude il campionato al quinto posto.

Milan-Roma 2-1 2005-2006 Serie A
Battuti dal Milan immeritatamente i giallorossi potrebbero guadagnare la Champions League a seguito delle decisioni del giudice sportivo.

Id Article:11362 date 14 Maggio 2006

Roma,

Mesta fine di campionato per la Roma che in quattro giorni ha visto svanire gli obiettivi della Coppa Italia e del quarto posto. A prescindere da tutto un applauso va a Spalletti e ai giocatori che hanno fatto il possibile per raddrizzare un campionato che a dicembre sembrava compromesso e che lasciava presagire scenari simili a quelli della passata stagione, quando la squadra si salvò alla penultima giornata. Incoraggianti anche i segnali da parte della società anche se, prima di sbilanciarci, crediamo sia opportuno attendere il prossimo mercato prima di esprimere giudizi.

Venendo alla gara di oggi abbiamo visto un Roma gagliarda e ben messa in campo venir battuta immeritatamente da un Milan che ha usufruito di due calci di rigore (di cui uno molto generoso).

Ma più che al campo l'attenzione è sempre rivolta alla "fogna scoppiata" che continua a rigettare liquami a raffica e non si sa quando tale emorragia avrà termine. Come accadde con Tangentopoli, sono venute fuori le prove di quello che tutti infondo sapevano e che inevitabilmente provocheranno un terremoto nel mondo del calcio, che forse per la prima volta ha realmente l'occasione di poter fare un po di pulizia al suo interno.

Sono anni che si dice (ma ben poco si è fatto in proposito) che i troppi soldi hanno rovinato quello che una volta era lo sport più amato dagli italiani e che oggi è un grande affare attorno al quale ruotano milioni e milioni di euro. In passato le voci fuori dal coro venivano escluse dal "giocattolo" come quando gli anticorpi per difendere l'organismo attaccano i possibili virus eliminandoli. Quando partiva una denuncia spesso si ricorreva all'insabbiamento: personaggi scomodi spesso sono stati emarginati mentre scandaletti più o meno gravi sono stati fatti cadere nel dimenticatoio confidando nel vecchio ma collaudato schema che la gente,passata la buriana, spesso tende a dimenticare e poi alla fine la magia del pallone che rotola sul prato verde è tale da annichilire ogni ricordo.

Questa volta però le prove che dimostrano come il sistema sia marcio dai vertici ci sono e per una questione di credibilità  il tutto non potrà finire in una bolla di sapone.

Per molto meno in passato sono arrivate retrocessioni e deferimenti; oggi per ridare credibilità oltre a nomi nuovi e a persone oneste e capaci servono anche punizioni esemplari anche se queste andranno a ledere notevoli interessi economici (come ad esempio i diritti televisivi).

Questo per dire che forse la Roma il prossimo anno si ritroverà a giocare la Champions perché il giudice sportivo avrà provveduto a fare pulizia.

Una ipotesi possibile ma per la quale bisognerà attendere gli sviluppi delle inchieste della giustizia ordinaria e sportiva. Forse nei prossimi mesi riusciremo a sapere, ma nel frattempo ci sarà la parentesi dei mondiali. L'occasione è ottima per pensare solo al calcio giocato e non agli interessi occulti e ai giochi di potere, a meno che qualche altra intercettazione non ci venga a rovinare anche questo appuntamento...

Blatter è avvisato e chissà se di recente anche lui ha limitato l'uso del suo cellulare magari ricorrendo ai più sicuri "pizzini"....



Antonio Dir. Delle Site