Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 22 Maggio 2019, ore 07:48

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Virtus Roma , Tipo Articolo:Servizio Pre ,
,
a cura di Federico Rossini

, ,



Articoli: 128 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 2 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Bodiroga
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma-Napoli e tre

Terza sfida di stagione tra le due squadre, obiettivo quarto posto  Per Napoli non c'è Stefansson, per Roma Righetti e Sconochini

Id Article:11283 date 7 Maggio 2006

Roma, Delicatissimo impegno per la Lottomatica Virtus Roma nel trentaduesimo e terzultimo turno del campionato di basket di Serie A. Nella Capitale, infatti, arriva la Carpisa Napoli, con cui la Lottomatica non vince da un anno. Due le sfide già perse quest'anno. La prima è stata quella del PalaBarbuto, un 90-74 propiziato soprattutto da un primo quarto strepitoso dei napoletani e dall'incapacità in attacco dei romani. La seconda e più bruciante è stata quella del PalaFiera di Forlì, quando la Carpisa ha vinto la Coppa Italia per 85-83 al supplementare, in un match che fino a pochi minuti dal termine pareva in pugno alla Virtus.

Per le due squadre, si tratta di un confronto importantissimo in proiezione playoff, dal momento che vincere o perdere equivale ad avere una situazione pressoché definitiva per la lotta per il terzo e quarto posto, a primo e secondo praticamente già assegnati. Al momento, appare leggermente avvantaggiata Roma, anche sulla spinta del successo di Roseto maturato in buona parte grazie alla gran prestazione da tre punti di Marko Pesic, mentre Napoli deve trovare la via di uscita da un momento non positivissimo, il cui ultimo capitolo è stata la sconfitta 101-107 patita per mano dell'Upea Capo d'Orlando.

Neanche la situazione infortuni delle squadre lascia particolarmente allegri. Per Napoli, infatti, si registra l'assenza di Jon Stefansson, per problemi alla caviglia che dovrebbero però risolversi per i play off. Per Roma, invece, a parte Righetti out fino a fine stagione, c'è anche il problema dei guai muscolari di Hugo Sconochini. Il campione olimpico, infatti, non giocherà nemmeno con la Carpisa, dopo aver saltato Roseto, pur facendo parte della panchina.

Spazio dunque a giocatori di secondo piano, come Danilo Fevola, che ha avuto modo di partire in quintetto titolare contro l'Upea, e Marko Pesic, che ha avuto la sua notte di gloria, si spera non isolata. Da parte napoletana, però, le risorse sono infinite, a cominciare da Lynn Greer, che da solo è in grado di tenere alte le sorti della squadra. La sua spaventosa media punti, 23.4 a gara,non dà molta tranquillità. La Carpisa, però, non è solo Lynn Greer. E' anche Mason Rocca, che i tifosi non solo di Napoli vorrebbero ai Mondiali giapponesi. Per Rocca, il punto forte, più che i punti, sono i rimbalzi con una media di 7,5 a partita. Non va dimenticato neanche Sesay, altra arma terribile dei partenopei, che è in grado di collezionare ottime quantità di rimbalzi insieme a tantissimi punti. E quelli citati sono solo alcuni, perché tutta Napoli ha in generale un attacco dirompente, con 90 punti a partita di media.

Per la Lottomatica attuale, dunque, si prospetta un compito non certo facile, specie con le già citate assenze di Righetti e Sconochini. Il quadro parrebbe disastroso quando si va a toccare il capitolo della presenza sotto canestro, perché Obinna Ekezie ha fornito una prova che non si può certo definire esaltante a Roseto, con tre falli presi in due minuti e mezzo, come solo uno degli ultimi Van Den Spiegel fu in grado di fare, ironia della sorte proprio contro Napoli. Il dato consolante, però, riguarda Helliwell, che mostra un costante aumento di convinzione. Niente di tutto questo, però, si può paragonare alla felice sorpresa costituita da Marko Pesic, dal quale ora tutta la tifoseria capitolina si aspetta che buchi la retina di Napoli con la stessa disarmante facilità osservata a  Roseto. Ma stavolta dovrà contare sull'aiuto di David Hawkins, che a Roseto, a causa di problemi personali, è arrivato senza allenamenti, con il risultato di zero punti. Questa, però, è una di quelle partite in grado di esaltare la giovane stella in forza alla Lottomatica. Resta soltanto da verificare il rendimento che offrirà Marko Tusek, capace di alternare momenti alquanto imbarazzanti a tratti in cui gli riesce tutto.

Il sesto uomo di questo incontro sarà senza dubbio il pubblico. A ieri risultavano staccati oltre cinquemila tagliandi, il che fa presupporre un interesse di buon livello della città verso la sua squadra di basket, cosa fondamentale specialmente in un momento come questo.

Federico Rossini