Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 16 Giugno 2019, ore 04:41

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Kutuzov e Dacourt in un azione di gioco
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma perde colpi.

Roma-Sampdoria 0-0 2005-2006 Serie A
Scialbo pareggio con la Sampdoria e Fiorentina a +3 grazie alla vittoria dei viola sull'Empoli.

Id Article:11185 date 22 Aprile 2006

Roma,

Come un torta tolta dal forno troppo presto la Roma contro la Sampdoria si affloscia non andando oltre lo 0 a 0 e, in ragione della vittoria della Fiorentina contro l'Empoli, adesso ha tre punti di svantaggio nei confronti della squadra allenata da Cesare Prandelli.

Sarà stato il caldo quasi estivo che ha baciato Roma in questa fine di Aprile, sarà per la stanchezza accumulata dagli uomini più rappresentativi e dalla mancanza di valide alternative, saranno le assenze importanti, sarà la voglia di "ponte vacanziero" che ha pervaso un po tutti in questi giorni... resta comunque il fatto che la sfida con la Sampdoria è stata decisamente noiosa e priva di acuti.

Gli uomini di Novellino erano venuti nella capitale per cercare di invertire quella tendenza negativa che da diverse domeniche a questa parte aveva allontanato la squadra blucerchiata dalle posizioni che contano per un posto in zona Uefa. La direttiva era non perdere altri punti e questa è stata l'impostazione tattica dei sampdoriani per tutta la gara, sempre chiusi in difesa e pronti a colpire in contropiede. La Roma, meno brillante del solito e in grosse difficoltà nel dare la giusta armonia alla manovra offensiva concludeva poco o nulla e quindi alla fine era quasi inevitabile che ne venisse fuori uno scialbo pareggio.

Nel primo tempo nessuna occasione degna di nota se non qualche velleitario tiro dalla distanza della Roma e con sostanzialmente entrambi i portieri a prendersi la tintarella.

Nella ripresa dopo una ventina di minuti sulla falsa riga del primo tempo ecco improvvisa una conclusione da fuori di Palombo che chiamava Doni all'intervento acrobatico. La risposta romanista prima con un tiro debole di Taddei,poi con un colpo di testa fuori di pochissimo di De Rossi e nel finale con un gran tiro a girare di Bovo di poco a lato.

La partita era tutta qui. A nulla servivano gli innesti di Alvarez, Okaka e Kharja; il possesso palla della Roma era sterile mentre la Samp, nonostante gli infortuni di Flachi e Sala, riusciva a mantenere le posizioni e ad inaridire le fonti del gioco romanista controllando senza troppi patemi i vari Perrotta, Taddei e Mancini.

Nel finale da segnalare solo l'ingenua espulsione di Mexes che applaudendo l'arbitro platealmente per un cartellino giallo, a suo avviso ingiusto, costringeva il sig. Morganti a tirare fuori in rapida successione anche quello rosso. Sicura la squalifica per almeno un turno.

Mancano solo tre gare alla fine e la Roma in due turni ha gettato al vento la bellezza di quattro punti. Speriamo a fine campionato di non doverli rimpiangere troppo...



Antonio Dir. Delle Site