Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 23 Luglio 2019, ore 08:58

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 328 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 11 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Nella foto: Francesco Rocca attuale CT degli azzurrini under 20
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Nominati i  Cavalieri della Roma del 2006

Tra i premiati il più applaudito è stato Francesco  Kawasaki Rocca

Id Article:11094 date 10 Aprile 2006

Roma,

Si è svolta il 25/03/2006 nella sala della Protomoteca del Campidoglio l'ottava cerimonia di nomina a "Cavaliere della Roma". Le importanti onorificenze sono state consegnate dal sindaco Walter Veltroni, dal presidente della Provincia di Roma Enrico Gasbarra e dalla signora Sensi. Il titolo di Cavaliere della Roma, simboleggiato da un nastrino giallorosso e un pergamena, è stato assegnato al cantante Luca Barbarossa, all'attrice Maria Rosaria Omaggio, al vice-presidente della Roma, Giovanni Ferreri, a monsignor Fortunato Frezza, al musicista Roberto Bonucci, all'imprenditore Bruno Chini, a Daniela Valentini, assessore alla Regione Lazio al sindaco di Frascati Franco Posa  e al presidente della Camera di commercio di Roma, Andrea Mondello.

 

 

Ma il più applaudito ed il più emozionato è stato, senza ombra di dubbio, Francesco "Kawasaki" Rocca, accompagnato dalla famiglia, forte e sfortunato terzino sinistro della Roma dal '73 all''81. Rocca, chiamato "Kawasaki" dalla Sud per la sua velocità, ha colto l'occasione per uscire da un silenzio di 25 anni. ''Il mio distacco non fu per venir meno all'amore della citta' e della squadra,anzi, fu una forma di rispetto. E' stata una scelta di una vita diversa perche' non volevo approfittare della riconoscenza nei miei confronti''. Così Francesco Rocca, ora tecnico federale della Figc, ha spiegato ai presenti il suo addio a seguito di un brutto infortunio al ginocchio.

 

 

Il calvario di "Kawasaki" comincia nel '76 quando durante Roma-Cesena prende una brutta botta al ginocchio in uno scontro di gioco. Gioca in nazionale contro il Lussemburgo ma c'è qualcosa che non va, Rocca non macina chilometri come al solito. Passano tre giorni ed il ginocchio fa crack in allenamento. Dopo la prima operazione Rocca sarà costretto a riandare sotto i ferri nel '77. Nei quattro anni successivi riuscirà a scendere in campo solamente 43 volte. Nell''81, a soli 27 anni, lascia definitivamente il calcio giocato. Ma la sua attività nel mondo del calcio non si ferma. Continua come allenatore, riuscendo addirittura a guidare la nazionale olimpica e a sedersi accanto a Zoff agli europei del 2002 come allenatore in seconda. Oggi è allenatore della nazionale under 20.

 

 

Ora manca solo un'esperienza nella società che lo ha cresciuto dal punto di vista calcistico. La tifoseria e la dirigenza giallorossa lo accoglierebbero a braccia aperte.



Lorenzo D'albergo