Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 22 Gennaio 2019, ore 15:34

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Alvarez in azione
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma che peccato!

Roma-Middlesbrough 2-1 2005-2006 Coppa Uefa
La Roma vince per 2 a 1 ma per la differenza reti viene eliminata dal Middlesbrough.

Id Article:10882 date 16 Marzo 2006

Roma,

La Roma esce a testa alta dalla coppa Uefa ma con tantissimi rimpianti. Non è mancato l'impegno e la squadra ha dato il massimo ma purtroppo è venuto meno quel pizzico di fortuna che ha impedito ai giallorossi di passare il turno. Dopo Ascoli un'altra impresa sfiorata e vanificata per poco. L'amaro in bocca resta  anche per l'impressione destata da questo Middlesbrough, una squadra non trascendentale con delle buone individualità ma sicuramente alla portata dei ragazzi di Spalletti. Formazione della Roma praticamente scontata con Curci, recuperato in extremis, e Alvarez in campo dal primo minuto. Middlesbrough come all'andata con Hasselbaink e Yakubu in avanti e con Maccarone e Viduka in panchina.

Roma subito in avanti nel tentativo di raddrizzare l'1 a 0 dell'andata, inglesi a difendersi e a giostrare in contropiede. Da segnalare due colpi di testa di Taddei fuori bersaglio, una colossale occasione sciupata da Alvarez fuori di pochissimo e la traversa colpita da Bovo al 25' su gran tiro dalla distanza. Nel momento migliore dei giallorossi ecco arrivare, alla prima azione offensiva della squadra inglese, la rete di testa di Hasselbaink: una beffa colossale per quanto la Roma aveva fatto vedere fino al quel momento.

La mazzata era di quelle pesanti ma per fortuna la compagine capitolina impiegava una decina di minuti per riordinare le idee riuscendo a pervenire al pareggio grazie ad una pregevole azione in velocità finalizzata da Mancini.

Nella ripresa iniziava l'assedio all'arma bianca al fortino inglese. Il Middlesbrough con il passare dei minuti pensava solo a difendersi senza nemmeno riuscire più ad orchestrare azioni di contropiede. Mancini e De Rossi sfioravano la rete ma non erano fortunati quindi al 63' Spalletti rischiava la carta Okaka al posto di Dacourt. Due minuti più tardi proprio sul nuovo entrato veniva commesso un fallo in area che per l'arbitro era da rigore; dal dischetto Mancini realizzava la rete del 2 a 1.

A questo punto sarebbero mancati ancora quindici minuti ma la stanchezza per lo sforzo profuso si faceva sentire. I giallorossi perdevano in lucidità,a volte affrettavano troppo le giocate, altre volte vanificavano tutto per mancanza di precisione. Nel finale poi si faceva male Chivu e poi a tempo scaduto Mexes rimediava il secondo giallo e si faceva buttar fuori anzi tempo.

Dispiace che la Roma sia stata estromessa dalla Coppa Uefa, visto che erano molte le possibilità per arrivare il più avanti possibile. Purtroppo ormai i mali della Roma sono la panchina corta (quindi l'impossibilità di far riposare alcuni elementi che in realtà non hanno dei veri e propri sostituti) e la carenza di soluzione offensive in quanto non si può sperare che siano sempre Mancini e Taddei a togliere le castagne dal fuoco. Adesso restano la Coppa Italia e il 4 posto in campionato e diventa fondamentale non sbagliare più nulla.

     



Antonio Dir. Delle Site