Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 16 Giugno 2019, ore 05:29

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Mexes in azione
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Uefa amara: Roma sconfitta di misura.

Middlesbrough-Roma 1-0 2005-2006 Coppa Uefa
Il Middlesbrough si aggiudica la gara grazie ad un calcio di rigore concesso per una ingenuità di Curci.

Id Article:10823 date 10 Marzo 2006

Roma,

Su un campaccio reso dalle abbondanti precipitazioni più simile ad una risaia che ad un terreno di gioco e con un direttore di gara decisamente inadeguato, la Roma rimedia una sconfitta di  misura sicuramente recuperabile nella partita di ritorno. Perdere una gara, statisticamente parlando, prima o poi dopo i numerosi successi doveva accadere e considerando anche le numerose assenze e il forzato turnover  fino ad ora troppo bene è andata. Quello che non è piaciuto è stata la sterilità dei giallorossi sottoporta, impantanati e bloccati dal campo e dagli avversari ma comunque incapaci di sviluppare il solito gioco che nelle ultime gare abbiamo osservato.

Contro il Middlesbrough Luciano Spalletti schierava Kuffour  accanto a Panucci, Mexes e Cufrè a completare la linea dei quattro difensori regalando un turno di riposo a Chivu, sperimentava Kharja al fianco di Dacourt al posto di Aquilani e recuperava Taddei in extremis lasciando Rosi in panchina. Nel Middlesbrough come previsto Maccarone non partiva titolare come Viduka mentre l'ex laziale Memdieta si;  coppia d'attacco quindi formata da Hasselbaink e Yakubu, 31 gol in due in questa stagione. In una gara dove le conclusioni a rete si sono contate sulle dita di una mano era la Roma ad avere per prima al 5' una bella occasione con Perrotta che,solo davanti al portiere ma in posizione defilava, vedeva respinto in angolo l'assist per Mancini. All'11' inglesi in vantaggio: bello l'assist di Mendieta per Hasselbaink su cui entrava in scivolata Curci in uscita scomposta; il pantano faceva il resto, il giocatore finiva lungo e l'arbitro concedeva il calcio di rigore poi realizzato con freddezza da Yakubu.

La Roma non correva più pericoli per tutto il primo tempo e riusciva a controllare al meglio gli avversari ma non riusciva nemmeno a rendersi pericolosa facendo molta fatica a costruire gioco e a ripartire in velocità solo come lei sa fare. Taddei era evanescente, Kharja faticava a trovare una posizione in campo mentre Tommasi si sacrificava molto ma concludeva poco. Nella ripresa largo a Alvarez, Okaka e Aquilani ma al di la di un maggior possesso palla e di un tiraccio fuori di Mancini la squadra di Spalletti non combinava molto di più. Era il Middlesbrough invece a legittimare il vantaggio prima con una sassata improvvisa di Hasselbaink parata da Curci con qualche difficoltà e poi con Mendieta che si divorava una ghiotta occasione servitagli da Viduka, subentrato a Yakubu dal 81'. Adesso la strada dei quarti si fa più complicata ma con un campo decente e con qualche elemento in più e in condizione la Roma sarà in grado di giocarsi ad armi pari il passaggio del turno anche se ormai per passare serve vincere con due reti di scarto.



Antonio Dir. Delle Site