Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 27 Giugno 2019, ore 02:45

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

La Roma del futuro è già vincente!

Roma-Torino 3-1 2002-2003 Serie A

Id Article:1033 date 11 Maggio 2003

Roma, Alla vigilia i più pessimisti ipotizzavano che la gara odierna potesse essere solo una sfida buona per le statistiche degli almanacchi. Con la Roma ormai anni luce lontana dal quarto posto e con il Torino già retrocesso, il rischio era che a mancare fossero gli stimoli e che di voglia di giocare non ce ne fosse molta.
C'erano poi tanti assenti in casa romanista: Aldair, Antonioli, Cafu, Montella, Totti, Marazzina, Cufré, Panucci e Dacourt. Ma nonostante le sirene, tutti quelli che hanno seguito la partita sono stati ripagati ampiamente da uno spettacolo più che apprezzabile e sopratutto dalle prestazioni di alcuni elementi che sicuramente saranno i punti di forza della Roma del futuro. Alle ennesime conferme dell'immenso Emerson, autore di una prestazione esemplare, della solidità di Samuel e dei ritrovati Lima e Zebina, una menzione particolare se la meritano Cassano, autore di una doppietta, e sopratutto l'eroe della giornata: Daniele De Rossi. Sulle qualità del giovane centrocampista in molti erano pronti a scommettere e, alla luce sia delle numerose assenze che della confortante prestazione contro la Reggina, sostanzialmente era lui l'osservato speciale.
Il ragazzo, senza timori reverenziali e con grande personalità, come confermato anche da Capello in sala stampa a fine gara, già al terzo del primo tempo andava al tiro da fuori area spedendo al lato. Autore di una prestazione di qualità e quantità in mezzo al campo,al nono della ripresa coronava l'ottima prestazione con la prima rete in serie A grazie ad un tiraccio da fuori che carambolava prima sul palo e poi si adagiava dolcemente in rete senza che l'incolpevole portiere granata Sorrentino potesse intervenire. Nel frattempo il funanbolico Cassano, ormai sempre più continuo nel rendimento, dopo essersi mangiato un goal al sedicesimo del primo tempo pensando di essere in fuorigioco, aveva segnato di testa al trenteseiesimo la rete del vataggio giallorosso e...metteva il sigillo definitivo sulla vittoria al 15' della ripresa con la rete del tre a zero. Del Torino purtroppo c'è poco da dire: di tiri in porta nel primo tempo se ne sono visti solo due: uno fuori e l'altro con Lucarelli, che su calcio piazzato coglieva in pieno la barriera.
Nella ripresa l'unico sussulto è stata la rete di Frezza, ex giocatore della Lodigiani, abile a mettere dentro uno strano pallone su cui il neo-entrato Zotti non era riuscito ad intervenire a dovere.
In vista della sfida di Coppa Italia con il Milan, da segnalare oltre ad un confortante stato fisico di tutta la squadra, che ha corso per 90 e più minuti senza grandi affanni nostante il clima quasi estivo, anche il recupero di Candelà, schierato dal primo minuto, e quello di Delvecchio presente in panchina. Poi se De Rossi e Cassano continuano su questi livelli c'è da ben sperare anche per la prossima stagione........




Antonio Dir. Delle Site