Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 20 Gennaio 2019, ore 20:54

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Capitan totti
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma regala il primo sorriso del 2006.

Treviso-Roma 0-1 2005-2006 Serie A
Battuto di misura il Treviso con rete di Aquilani si resta in attesa degli appuntamenti decisivi per il preseguimento della stagione.

Id Article:10171 date 8 Gennaio 2006

Roma,

Sfruttando il vecchio detto "chi ben incomincia è a metà dell'opera" la Roma decide di mettersi alle spalle le polemiche e i veleni di questi ultimi tempi regalando il primo sorriso del 2006 ai suoi tifosi.

Certo il Treviso, fanalino di coda della serie A, non era certo un avversario da mettere i brividi ma la trasferta andava preso con le molle per tutta una serie di motivi: non si doveva prendere sotto gamba la presenza dei fratelli Filippini, che quando incontrano i colori giallorossi tirano fuori sempre qualcosa in più per via di vecchie ruggini derivanti da derby passati, oltre a quella del neo arrivato Borriello, che dopo tanta panchina alla Samp aveva tutte le intenzioni di mettersi subito in mostra, e poi la grinta che sa trasmettere Cavasin ai suoi giocatori. A complicare le cose poi contribuivano le tante assenze (indisponibili Montella, Mancini, Nonda , Kharja e Kuffour mentre De Rossi fermo per squalifica) che costringevano mister Spalletti a scelte obbligate con Totti unica punta e difesa a 4, dove Bovo veniva preferito a Cufrè.

La Roma sin dalle prime battute faceva valere  il proprio tasso tecnico prendendo in mano il pallino del gioco, costringendo il Treviso a rare azioni di contropiede mentre gli uomini di Cavasin dal canto loro cercavano di scoprirsi il meno possibile concedendo pochi spazi. Ne veniva fuori una partita agonisticamente valida ma con poche occasioni da rete, con il capitano giallorosso fulcro della manovra offensiva che con i suoi tocchi di classe favoriva gli inserimenti di Perrotta,Taddei e Tommasi creando non pochi problemi alla difesa avversaria. Al 19' Treviso vicinissimo al goal con Antonio Filippini che calciava a botta sicura ma la palla finiva di poco fuori, la Roma replicava con Perrotta in un paio di occasioni ma solo al 34' riusciva a realizzare la rete del vantaggio grazie ad una punizione battuta in velocità da Totti e concretizzata al meglio da Aquilani, al suo primo goal nella massima serie.

Nella ripresa Treviso all'attacco con il coltello tra i denti e tanta voglia di recuperare. Cavasin dalla panchina era una furia incontenibile e cercava di trasmettere tutta la sua grinta ai suoi ragazzi che in campo, dove non arrivavano con la tecnica, sopperivano con l'agonismo e i falli il cui obiettivo principe era il povero Totti che veniva regolarmente suonato come una zampogna dai marcatori di turno. La porta di Doni correva rischi solo in mischia, ma l'estremo difensore romanista quest'oggi riusciva sempre ad essere puntuale nelle uscite sventando i pericoli. La Roma invece pur avendone le occasioni in contropiede con Perrotta (molto attivo quest'oggi) e Totti non riusciva ad assestare il colpo del KO ma comunque riusciva a controllare la situazione fino al fischio finale arrivando a portare a casa tre punti preziosi per la classifica.

Il dopo Cassano è ormai cominciato e nel migliore dei modi; speriamo continui visti gli appuntamenti della settimana giovedì con il ritorno di Coppa Italia contro il Napoli e domenica con il posticipo delle 20.30 contro il Milan.

 

 



Antonio Dir. Delle Site