Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 26 Giugno 2019, ore 00:36

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Perrotta in azione
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma: pari con rimpianti.

Sampdoria-Roma 1-1 2005-2006 Serie A
Una buona Roma paga il ritorno della Samp nella ripresa e sopratutto alcuni episodi sfortunati e un arbitraggio troppo casalingo.

Id Article:10027 date 19 Dicembre 2005

Roma,

Su un campo in condizioni pessime Roma e Sampdoria danno vita ad una bella partita, giocata per un tempo e mezzo a buoni livelli e con pregevoli spunti su entrambi i fronti.

Primo tempo decisamente di marca giallorossa, ripresa di marca blucerchiata: alla fine il pareggio è forse il risultato più giusto ma ai punti chi può recriminare maggiormente è la squadra di Sapelletti che ha colpito due legni (uno per tempo) e sullo 0-1 non ha usufruito di un rigore sacrosanto per una vistosissima trattenuta in area sampdoriana subita da De Rossi che l'arbitro per pavidità ha preferito non vedere. Sciagurato e gratuito invece lo spintone di Chivu (pessima gara la sua) a Flachi in piena area di rigore, un ingenuità che la Roma pagherà cara e di cui non vi era alcuna necessità.  

Alla vigilia probabilmente, viste le tante assenze in casa giallorossa,  si sarebbe firmato per un pareggio a Marassi, stadio che ormai da qualche anno si è dimostrato avaro di emozioni per la Roma. Si temeva poi la voglia di riscatto dei sampdoriani che, contrariamente a quanto accaduto alla compagine capitolina, dopo una bella gara giocata in coppa Uefa aveva conosciuto l'eliminazione per una rete subita nei minuti di recupero.

Nella Roma a casa tutte le punte (Cassano compreso, che voci sempre più insistenti danno in partenza per Madrid sponda Real) in campo ci andavano dal primo minuto Doni e Tommasi anziché Curci e Mancini, con Totti unica punta. Nella Samp Pavan e Gasbarroni venivano schierati al posto di Falcone e Diana, finiti in panchina.

Dopo una prima occasione sprecata da Bonazzoli, giallorossi subito padroni del campo: al 12' Taddei imbeccava Perrotta,autore di un primo tempo eccellente, che si liberava di un avversario, spiazzava Antonioli e mandava la palla  sul palo. Al 15' Roma in vantaggio: cross di Tommasi, Totti concludeva al volo per la respinta di Antonioli, Perrotta riprendeva e questa volta Totti rimasto sotto porta non falliva. La Roma sembrava tenere bene il campo e quando riusciva a complicarsi la vita con le uscite a farfalle di Doni ci pensava Mexes a respingere a porta vuota la conclusione di Flachi.

Nella ripresa gli uomini di Novellino assumevano un atteggiamento più aggressivo e solo la pessima vena di Bonazzoli graziava la porta romanista. Poi arrivavano nell'ordine il palo e il rigore negato a De Rossi e quindi il penalty provocato da Chivu su Flachi e realizzato dallo stesso attaccante doriano.

A questo punto però entrambe le squadre risentivano delle fatiche di coppa, del campo e del grande freddo e quindi con il passare dei minuti il ritmo scendeva di intensità e le azioni da rete divenivano sempre più rade. Di Kutuzov (subentrato nel secondo tempo a Gasbarroni)  e De Rossi gli acuti più pericolosi. Nel finale da segnalare per la Samp il ritorno in campo di Bazzani, reduce da un brutto infortunio, e per la Roma l'esordio in campionato di Okaka, poco più di cinque minuti al posto di Taddei.

Alla fine il pareggio serve a poco per la classifica, specie per la Roma che per vedere il quarto posto avrebbe bisogno più di un telescopio che di un binocolo, ma accontenta un po tutti in quanto almeno per ora serve per il morale, in attesa ovviamente di tempi migliori.   



Antonio Dir. Delle Site