Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 21 Agosto 2019, ore 19:58

, Home Page (Sommario) Manda un email all'autore , Elenco Skede Soggetti per , Autore:Adriano Stefanelli , Tipo Skeda Soggetto:Vecchie Glorie ,
,
a cura di Adriano Stefanelli
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 253 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 4 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Logo Skeda Soggetto

Vecchie Glorie : Baggio Roberto


Data di Compilazione: 1 Luglio 2007
Data di Nascita: 18 Febbraio 1967 Luogo: Vicenza Nazione: Italia
Ruolo: Attaccante

Soprannome : Divin Codino

Nascita Luogo : 18 febbraio 1967 a Caldogno

Nascita Varie : Roberto nasce a Caldogno, un paese vicino Vicenza, la città che lo ha fatto esordire nel calcio che conta

Esordio in Nazionale : 16 novembre 1988 in occasione della gara Italia-Olanda (1-0)

Il suo rapporto con la Nazionale : Tormentato, ma a causa dei vari c.t. che, inspiegabilmente, gli preferivano "altri" giocatori. Da parte sua, Baggio ha sempre amato la Nazionale, avrebbe dato qualsiasi cosa pur di giocarci in modo costante

Altezza : 174CM

Peso (in Kg) : 73KG

Caratteristiche Tecniche : In una sola parola: immenso! Nasce inizialmente come trequartista grazie alle sue doti geniali da "inventore" del calcio. Giocava sia col piede destro che col sinistro. Sopraffino nel dribbling e nelle ripartenze. Straordinario sui calci piazzati

Rassomiglia : Non somiglia a nessuno: Roberto Baggio non ha uguali!

Schema Gioco : Qualsiasi

Sinistro (voto) : 8

Sinistro (commento) : Impeccabile

Destro (voto) : 10

Destro (commento) : Sopraffino

Colpo di Testa (voto) : 7,5

Colpo di Testa (commento) : Non era la sua specialità, ma il Milan ricorderà bene un suo gol di testa...

Senso Tattico (voto) : 10

Senso Tattico (commento) : Dove lo metti, lui gioca. Da trequartista, da mezza punta, da fantasista e da attaccante era impossibile da fermare, se non in modo falloso. Prendeva in mano qualsiasi squadra, portandola al trionfo. Basti pensare che, finchè c'è stato lui, il Brescia ha giocato sempre in serie A...

Intesa con i compagni di squadra (voto) : 10

Intesa con i compagni di squadra (commento) : Dovunque andava, i compagni lo stimavano e amavano. Un giocatore unico, non ha uguali.

Tecnica (voto) : 10

Tecnica (commento) : Tecnica straordinaria, un giocatore del genere avrebbe meritato di giocare in eterno

Aneddoto : Gli allenatori delle grandi squadre non lo vedevano. E' esploso nella Fiorentina e nella Juve, nell'Inter di Simoni ha trovato poco spazio (gli veniva preferito Zamorano...), così come nel Milan di Capello gli venivano preferiti i vari Papin, Massaro, Savicevic... Con la Nazionale, poi, i vari Cesare Maldini (che gli preferiva Del Piero!), Trapattoni e Zoff che non lo convocavano, non hanno fatto una bella figura davanti ad un fuoriclasse del genere, meritandosi le critiche dell'intera nostra nazione.

Personalita' : Umile e taciturno. Non ha mai protestato con nessuno, sia dentro che fuori dal campo. Un vero signore. L'avvocato Agnelli lo definì "Raffaello".

Le sue Dichiarazioni piu' Famose : Non amava rilasciare dichiarazioni. Preferiva tenere per sè i suoi pensieri. Forse per questo veniva considerato, inspiegabilmente, un personaggio "scomodo" per alcuni grandi club in cui ha militato (Juve, Inter e Milan)

AlboOro : 1 coppa Uefa nel 1992/93 con la Juventus; 1 Pallone d'oro nel 1993 con la Juventus; Premio come miglior giocatore del mondo nel 1993; 2 scudetti: 1994/95 con la Juventus, 1995/96 con il Milan; 1 coppa Italia nel 1994/95 con la Juventus; 1 Fifa World Player nel 1994 con la Juventus;

NazionalePres : 56

NazionaleGol : 27

AltriSiti : www.robertobaggio.org

Oggi : Roberto oggi vive con la sua famiglia, dividendosi tra le sue passioni di sempre: i cavalli e la pesca. Ha detto che potrebbe rientrare nel calcio come allenatore delle giovanili o come dirigente. Recentemente Moratti gli ha offerto un posto nell'Inter come dirigente.