Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 19 Agosto 2019, ore 20:22

, Home Page (Sommario) Manda un email all'autore , Elenco Skede Soggetti per , Autore:Pietro Perlino , Tipo Skeda Soggetto:Vecchie Glorie ,
,
a cura di Pietro Perlino
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 60 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Logo Skeda Soggetto

Vecchie Glorie : Zidane Zinedine

Data di Nascita: 23 Giugno 1972 Luogo: Marsiglia Nazione: Francia
Ruolo: Centrocampista

Soprannome : Zizou

Nascita Luogo : Marsiglia

Nascita Varie : Nato a Marsiglia il 23 giugno 1972, da genitori algerini rifugiatisi in Francia a seguito della guerra d'Algeria. All'età di 14 anni viene notato da un talent scout che gli offre un posto presso la sezione giovanile dell'AS Cannes. Prima di compiere 17 anni viene ammesso alla squadra maggiore del Cannes e durante la stagione del 1990/91 si integra perfettamente tra gli undici che, sfortunatamente, non riescono ad evitare la retrocessione alla fine della stagione successiva. Nel 1992 il trasferimento in un grosso club, il Bordeaux. Non passa molto tempo prima che assuma il ruolo di punta dei Girondins e assapori i primi successi nella stagione 1995/96 quando il Bordeaux si qualifica per la finale di Coppa UEFA. Nonostante la sua squadra perda contro il Bayern Monaco, i suoi exploit nel Bordeaux lo confermano quale degno successore del leggendario centrocampista francese Michel Platini. Nel 1996, seguendo proprio il consiglio del suo grande ex, la Juventus decide di ingaggiarlo, scoprendo subito che Michel non sbagliava affatto: con i bianconeri Zizou riesce a vincere quasi tutto: 2 scudetti ('97 e '98), una Supercoppa italiana('97), una Supercoppa europea ('96) e una Coppa Intercontinentale('96), eccetto la Champions League, persa due volte in finale ('97 Borussia Dortmund e '98 Real Madrid). Per vincerla Zidane si trasferisce nel 2001 proprio al Real Madrid, per una cifra astronomica (73 milioni), centrando l'obiettivo al primo tentativo con le merengues. Zizou in quella finale contro il Bayer Leverkusen mette a segno uno dei suoi gol più memorabili: un tiro al volo di sinistro a togliere le ragnatele dall'incrocio dei pali. L'anno successivo (2002) arrivano anche la Supercoppa europea e la Coppa Intercontinentale più la vittoria nella Liga spagnola 2002/2003. Gli ultimi tre anni a Madrid scivolano via invece senza grandi risultati, a causa della politica madridista, votata sempre più verso obiettivi di marketing piuttosto che sportivi.

Esordio in Nazionale : Quando arriva la prima convocazione in nazionale nel 1994, il debutto internazionale del ragazzo di Marsiglia non potrebbe essere migliore: dopo l'ingresso in campo con les Bleus in svantaggio contro la Repubblica Ceca per 2-0, cambia da solo il corso dell'incontro segnando due volte.

Il suo rapporto con la Nazionale : Agli Europei in Inghilterra del '96 Aime Jacquet mostra grande fiducia nel giocatore del Bordeaux, il quale è chiaramente dotato delle due qualità indispensabili ad un campione: tecnica eccellente e ferma determinazione. A Francia '98 Zizou aggiunge il premio più ambito al suo elenco di successi, quando trascina i Bleus alla vittoria della Coppa del Mondo FIFA dinanzi ai propri tifosi a Parigi. Durante la finale disputata contro il Brasile allo Stade de France segna i suoi due primi gol della Coppa del Mondo, diventando la star indiscussa del torneo. L'anno magico di Zizou si chiude naturalmente col Pallone d'Oro di France Football. Nell'estate del 2000, la Francia sottolinea la propria supremazia vincendo gli Europei e Zidane viene nominato per la seconda volta dopo il 1998 Giocatore dell'anno FIFA. A causa di un infortunio subito durante l'ultima partita di preparazione per Corea/Giappone 2002, Zizou partecipa solamente all'ultimo dei tre sfortunati incontrati disputati dai Bleus nel primo turno. Due anni dopo, agli Europei 2004 disputati in Portogallo, salva la sua squadra da una sconfitta nella partita di apertura contro l'Inghilterra, segnando due volte negli ultimi due minuti (2-1). Tuttavia, la successiva eliminazione ad opera della Grecia, combinata con un esaurimento fisico e mentale del leggendario numero 10, lo costringono a prendersi una pausa dalla nazionale. Non passa molto tempo e Zidane torna a vestire a furor di popolo la maglia dei Bleus. Aiuta la squadra a qualificarsi a Germania 2006 e grazie alla sua immensa classe riesce a conquistare l'ennesima finale. A Berlino contro l'Italia gioca l'ultima partita della sua luminosa carriera. Ma quello che sembrava essere un addio in grande stile... Zizou trasforma il rigore dell'uno a zero, ma Materazzi di testa pareggia subito il conto. Proprio i due si rendono protagonisti dell'episodio più discusso: Zidane stende Materazzi con una testata al torace: espulso! Azzurri vincitori ai calci di rigore! Mai addio fù più inglorioso per uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi.

Altezza : 1.85

Peso (in Kg) : 78

Le sue Dichiarazioni piu' Famose : "Avrei preferito un pugno in faccia" (in merito alle presunte offese ricevute da Materazzi nel corso della finale di Coppa del Mondo a Berlino).

NazionalePres : 107

NazionaleGol : 30