Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 21 Agosto 2019, ore 19:58

, Home Page (Sommario) Manda un email all'autore , Elenco Skede Soggetti per , Autore:Pietro Perlino , Tipo Skeda Soggetto:Vecchie Glorie ,
,
a cura di Pietro Perlino
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 60 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Logo Skeda Soggetto

Vecchie Glorie : Platini Michel

Data di Nascita: 21 Giugno 1955 Nazione: Francia
Ruolo: Centrocampista

Soprannome : Le Roi

Nascita Luogo : Joeuf

Nascita Varie : Nato a Joeuf, Francia, il 21 giugno 1955. Mosse i primi passi da calciatore nelle giovanili locali sino al 1972, anno in cui venne prelevato dal Nancy. Qui vinse il campionato di seconda divisione francese nel '75 e la Coupe de France nel '78. Nei primi 5 anni fra i professionisti collezionò 175 presenze e 98 gol, che gli valsero 2 titoli di miglior calciatore francese negli anni '76 e '77. Nel '79 il trasferimento in una nuova società, il Saint-╔tienne, di cui vestì la maglia per 3 stagioni. Con i suoi 58 gol in 107 partite trascinò la squadra sino alla vittoria del campionato francese nel 1981. Letteralmente imposto dall'Avv. Agnelli contro il parere del Pres. Boniperti, arrivò alla Juve nell'estate dell'82. Firmò il contratto prima dell'exploit nel mondiale spagnolo, rivelandosi un vero e proprio affare. A 27 anni, questo trasferimento rappresentò forse per Platini l'ultima grossa chance per approdare nel calcio che conta, nazionale a parte. E com'era prevedibile se la giocò al meglio, vincendo tutto il possibile. Il 17 maggio 1987 scese per l'ultima volta in campo nel match Juventus-Brescia, dopo 147 presenze e 68 gol con la maglia bianconera.

Esordio in Nazionale : L'esordio ai Mondiali in Argentina del 1978 rappresentò per Platini un'ottima occasione per mettere in mostra la sua immensa classe, ma una Francia non all'altezza del suo numero 10 fù subito eliminata dai padroni di casa.

Il suo rapporto con la Nazionale : Dopo la cocente delusione della mancata qualificazione ad Euro 80, fù ai mondiali spagnoli dell'82 che il talento di Platini s'impose all'attenzione della platea internazionale. I Bleus riuscirono, grazie ai colpi del suo fuoriclasse, a raggiungere un'inaspettata semifinale, persa in un incredibile match contro la Germania Ovest, che resterà a lungo nella memoria dei francesi. L'impresa più memorabile fù però la conquista degli Europei dell'84, nei quali il miglior Platini di sempre s'impose a suon di gol (ben 9). Successo bissato con l'ottimo terzo posto ai mondiali messicani dell'86, di cui si ricorda ancora quel Francia-Brasile, quarto di finale, con i transalpini che s'imposero ai calci di rigore, denominata la partita del secolo da Pelè.

Altezza : 1.78

Peso (in Kg) : 75

Caratteristiche Tecniche : Giocatore universale dalla metà campo in sù. Abile sia nell'organizzazione che nella finalizzazione. Abbinava ad una spiccata visione di gioco una tecnica magistrale.

Rassomiglia : Il suo stile lo ha reso unico ed inimitabile.

Schema Gioco : Giocatore fuori dagli schemi. Amava farsi servire il pallone per poi inventare la giocata che non t'aspetti.

Sinistro (voto) : 9

Sinistro (commento) : Calciava benissimo con entrambi i piedi.

Destro (voto) : 10

Destro (commento) : In grado di fare qualunque cosa col suo magico destro.

Colpo di Testa (voto) : 8

Colpo di Testa (commento) : Non la sua specialità, ma comunque pericoloso.

Senso Tattico (voto) : 10

Senso Tattico (commento) : Sapeva sempre qual era la cosa giusta da fare.

Intesa con i compagni di squadra (voto) : 10

Intesa con i compagni di squadra (commento) : Con chiunque giocasse, Platini sapeva sfruttarne le doti.

Tecnica (voto) : 10

Tecnica (commento) : Tecnicamente superdotato, una spanna sopra gli altri.

Aneddoto : Di lui l'Avvocato Agnelli disse: "Nella Juve nessuno è mai stato al suo livello e se in futuro ci sarà qualcuno che lo supererà lo ammetteremo a malincuore". E ancora: "l'abbiamo comprato per un tozzo di pane, ma lui ci ha spalmato sopra il foie gras".

Personalita' : Sicuramente una personalità da leader ha contraddistinto la sua carriera da calciatore e contraddistingue l'attuale carriera manageriale.

Le sue Dichiarazioni piu' Famose : "Quella notte attraversai una versione in scala di una vita intera di emozioni" (Francia - Germania Ovest semifinale Mundial '82). "Una tragedia che non aveva niente a che vedere con lo sport. Dovettero portarci la Coppa nello spogliatoio" (Juventus - Liverpool finale Coppa Campioni 1985). "La politica dovrebbe essere come la Nazionale: dovrebbero sempre giocare i migliori. Ma non è mai così, in nessuna parte del mondo".

Come e' arrivato alla Roma ? :

RomaTop :

RomaFlop :

RomaTopGara :

RomaFlopGara :

Termino' di giocare con noi :

AlboOro : 2 titoli di miglior calciatore francese negli anni '76 e '77, Coupe de France nel '78, campionato francese nel 1981, Coppa Italia nell'83, 2 scudetti nell'84 e nell'86, Coppa delle Coppe e Supercoppa europea nell'84, Coppa dei Campioni (nella tragica finale di Bruxelles in cui persero la vita decine di tifosi) e Coppa Intercontinentale nell'85. Ai quali si aggiunsero i trofei individuali: 3 Palloni d'Oro consecutivi fra l'83 e l'85, coincisi con altrettanti titoli di capocannoniere della Serie A. Campione d'Europa con la Francia nell'84.

NazionalePres : 72

NazionaleGol : 41

Oggi : Appena terminata una carriera, ne intraprese una nuova: dal 1988 al 1992 rivestì il ruolo di commissario tecnico della nazionale francese, senza peraltro ottenere quei successi raggiunti da calciatore. Smessa la tuta da allenatore, le spiccate doti politiche e di comunicatore lo portarono a ricoprire il ruolo di vicepresidente della Federcalcio francese, culminato con l'incredibile vittoria del mondiale di Francia '98, di cui Platini fu promotore ed organizzatore. Dopo essere stato membro esecutivo dell'UEFA e della FIFA, è diventato nel 2007 presidente dell'UEFA.