Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 19 Agosto 2019, ore 20:26

, Home Page (Sommario) Manda un email all'autore , Elenco Skede Soggetti per , Tipo Skeda Soggetto:Vecchie Glorie ,

a cura di Tonino Bernardi

Logo Skeda Soggetto

Vecchie Glorie : Moore Robert

Data di Nascita: 12 Aprile 1941 Luogo: Londra Nazione: Inghilterra
Ruolo: Difensore

Soprannome : Bobby

Nascita Luogo : Londra

Nascita Varie : Moore entrò giovanissimo nelle giovanili del West Ham, esordiendo a soli 17 anni con la prima squadra e diventandone presto un punto fermo. Dopo lo shock per un tumore ai testicoli, guidò gli Hammers alla vittoria di una FA Cup e di una Coppa delle Coppe, capitanando poi la nazionale inglese nei mondiali vinti nel 1966. Proprio dopo il mondiale fu nominato baronetto e nonostante sembrasse fatto il suo passaggio al Tottenham, restò al West Ham, con cui giocò fino al 1974, anno in cui passò ai rivali cittadini del Fulham (in seconda divisione), coi quali l'anno dopo arrivò in finale di FA Cup, perdendo proprio con la sua ex squadra; nel 1977 lasciò la Premier League e giocò per un paio d'anni nella North American Soccer League. Finita la carriera di calciatore, la sua vita fu difficile e piena di eventi, con affari andati male e la fine del suo primo matrimonio. Nel 1990 Moore entrò nell'organico di Capital Gold Radio come commentatore e nel 1993 tornò a dover lottare con un cancro che lo sconfisse il 24 febbraio 1993.

Esordio in Nazionale : Esordì in nazionale il 20 maggio 1962 a Lima contro il Perù.

Il suo rapporto con la Nazionale : Esordì col Perù e giocò subito i mondiali del 1962 (fino all'eliminazione nei quarti), poi divenne capitano dopo appena 12 presenze, il 20 maggio 1963 contro la Cecoslovacchia. Nel 1966 guidò l'Inghilterra alla conquista del suo unico titolo mondiale, giocato in casa, poi nel 1968 partecipò agli europei (terzo posto) e nel 1970 giocò il suo terzo ed ultimo mondiale, conclusosi ai quarti contro la Germania Ovest. L'ultima apparizione fu in un amichevole contro l'Italia nel novembre 1973. In tutto collezionò 108 presenze (90 da capitano, record con Billy Wright), record battuto solo da Shilton vent'anni dopo.

Caratteristiche Tecniche : Difensore arcigno ma non cattivo, capace anche di impostare il gioco. Per la sua capacità di leggere la gara e giocare d'anticipo, poteva giocare anche da mediano staccandosi così dallo stereotipo del difensore possente il cui gioco è basato soprattutto sulla forza fisica. Fu definito da Pelè come il difensore più corretto che avesse mai affrontato.

Rassomiglia : L'Inghilterra non ha più avuto un difensore a questi livelli, anche se John Terry potrebbe prima o poi entrare nel cuore degli inglesi come fece Moore. Furono paragonati a lui in seguito altri grandi difensori capaci di giocare la palla, come il kaiser Franz Beckenbauer e Daniel Passarella (che era un vero bomber). Più recentemente si è segnalato il francese Blanc, vero regista difensivo, molto più aitante fisicamente ma inevitabilmente lento, mentre ad oggi potrebbe essergli accostato Barzagli, sempre lucido nelle chiusure e nell'impostazione del gioco, che dovrà fare però ancora molta strada.

Aneddoto : Delle molte foto della vittoria della Coppa del Mondo nel 1966, ce n'è una indimenticabile in cui Moore si pulisce le mani dal fango sulla piattaforma di velluto dove era appoggiato il Trofeo Jules Rimet, prima di stringere la mano della regina Elisabetta II che gli consegnava la Coppa del Mondo. Ai Mondiali del 1970 in Messico, vi fu una grave interruzione nella preparazione quando venne fatto un tentativo di implicare Moore in un furto di un braccialetto da una gioielleria di Bogotį dove la nazionale inglese si trovava per acclimatarsi all'altitudine elevata; le accuse vennero poi lasciate cadere e Moore fu pienamente scagionato e poté raggiungere i suoi compagni di squadra in Messico.

Personalita' : Così ne parlò Pelé dopo la morte: "Era mio amico, così come il più grande difensore contro il quale ho giocato. Il mondo ha perso uno dei suoi più grandi giocatori e un rispettabile gentiluomo."

AlboOro : Col West Ham si aggiudicò la Coppa delle Coppe(1965) e la FA Cup (1974), oltre ad essere nominato Calciatore inglese dell'anno (1964). Con la maglia della nazionale inglese, alzò da capitano la Coppa del Mondo nel 1966, proprio in Inghilterra, e fu nominato miglior giocatore della competizione. Inoltre, fu tra i primi ad essere inseriti nella Hall of Fame del calcio inglese nel 2002, come riconoscimento del suo impatto sul calcio inglese come giocatore.

NazionalePres : 108

NazionaleGol : 2

Oggi : La tribuna che ha sostituito il south bank del campo del West Ham, il Boleyn Ground di Upton Park, gli è stata intitolata poco dopo la sua morte.