Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 21 Agosto 2019, ore 19:55

, Home Page (Sommario) Manda un email all'autore , Elenco Skede Soggetti per , Autore:Lorenzo D'albergo , Tipo Skeda Soggetto:Vecchie Glorie ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 328 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 11 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Logo Skeda Soggetto

Vecchie Glorie : Rocca Francesco

Data di Nascita: 8 Febbraio 1954 Luogo: Roma Nazione: Italia
Ruolo: Difensore

Soprannome : Kawasaki

Nascita Luogo : San Vito Romano (Roma)

Nascita Varie : Figlio di un idraulico e di una casalinga, comincia a giocare a calcio nella squadretta del suo paese di nascita, San Vito Romano. Tesserato in seguito dal Gennezzano e poi dal Bettini Quadraro, passa alla Roma all’età di 16 anni.

Esordio in Nazionale : il suo esordio in azzurro si registra il 28 settembre 1974, in occasione di Jugoslavia-Italia persa dagli azzurri per 1-0. Rocca fu uno dei migliori in campo, nonostante la sconfitta.

Il suo rapporto con la Nazionale : Il suo rapporto con la maglia della nazionale è ottimo, ma, come la sua carriera in giallorosso, destinato a chiudersi presto a causa dell’infortunio al ginocchio. Così ottimo il suo rapporto con la nazionale da disputare consecutivamente 18 partite nella rappresentativa azzurra, senza mai essere sostituito. Segna il suo unico gol in azzurro nella schiacciante vittoria Italia – USA 4-0. In quella partita per gli USA giocavano Pelé e Chinaglia per il torneo del bicentenario. Guardando il gol di Rocca vi ritroviamo tutte le sue qualità. Ruba palla a centrocampo, travolge tutti gli avversari sulla fascia e di forza manda il pallone in rete.

Caratteristiche Tecniche : Terzino o mediano sinistro, faceva del suo strapotere fisico la sua arma migliore. Veloce ed offensivo, fece innamorare per queste sue qualità il Mago Helenio Herrera e Liedholm.

Rassomiglia : E’ praticamente impossibile trovare un giocatore che somigli a Rocca. Anche perché ancora ci si chiede: “e se non avesse subito quell’infortunio, che giocatore sarebbe stato?”.

Schema Gioco : In Milan-Roma Rocca esordisce come mediano ma il suo ruolo naturale che lo porterà alla ribalta nazionale è quello di terzino sinistro capace di coprire tutta la fascia con continui attacchi e ripiegamenti difensivi.

Sinistro (voto) : 7

Sinistro (commento) : Non è il suo piede naturale ma giocando sulla fascia sinistra lo sfrutta con sempre maggior successo.

Destro (voto) : 7

Destro (commento) : Destro naturale dotato di un bel tiro che riusciva a sfruttare al termine delle sue famose sgroppate sulla fascia.

Colpo di Testa (voto) : 6

Colpo di Testa (commento) : Non era la sua arma migliore anche perchè il suo ruolo gli impediva di andare a cercarsi gloria anche come colpitore di testa in avanti.

Senso Tattico (voto) : 8

Senso Tattico (commento) : Era eccezionale il fatto che lui si trovasse sempre al posto giusto al momento giusto. Quando la squadra aveva bisogno di salire lui partiva palla al piede saltando avversari su avversari arrivando fino all'area di rigore avversaria, ma era sempre pronto a chiudere in fase difensiva qualora ce ne fosse stata la necessità.

Intesa con i compagni di squadra (voto) : 7

Intesa con i compagni di squadra (commento) : I compagni potevano dormire sonni tranquilli con il miglior Rocca che aiutava sempre sia attaccanti che difensori con ottimi risultati

Tecnica (voto) : 6

Tecnica (commento) : Compensava la tecnica non eccezionale con la straordinaria velocità e vigoria fisica che lo aiutavano a saltare sempre i suoi avversari.

Aneddoto : Vincenzo D’Amico, ricorda quando nel derby non provava neanche a rincorrere Rocca ed al massimo si limitava ad urlargli: “Ma ‘ndo vai?”, accantonando anche solo il pensiero di un inseguimento. Portava sempre con se le sue prime scarpette da calcio regalategli dal nonno a 9 anni.

Personalita' : Aveva una personalità talvolta un pò difficile che però l'arrivo di Liedholm, che diventò suo maestro di vita, fece venir fouri nel migliore dei modi.

Le sue Dichiarazioni piu' Famose : “fuori dal calcio non ci so stare. La maglia giallorossa, l’Olimpico, il boato della Sud me li sogno di notte: non posso perderli”. In queste due frasi tutto l’amore di Francesco Rocca per la maglia e la tifoseria giallorossa.

Arrivo a vestire la nostra maglia nel : 1973/1974

Come e' arrivato alla Roma ? : Rocca crebbe nelle giovanili della Roma, scoperto da Anzalone all'epoca in cui quello che sarebbe diventato il futuro presidente della Roma era il responsabile del settore giovanile giallorosso e lo notò nelle giovanili del Genazzano.

RomaTop : I campionati 1974-75 e 1975-76 sono i migliori annii per Rocca che aiuta notevolmente la Roma ad essere una delle difese meno battute e che allo stesso tempo riesce ad esplodere in nazionale diventando uno dei titolari fissi

RomaFlop : Il campionato 1977-78 fu completamente saltato da Rocca a seguito dell'infortunio capitatogli l'anno precedente nel corso di Cesena-Roma che segnò, in negativo, il seguito della sua carriera.

RomaTopGara : possiamo dire che il suo esordio in giallorosso, anche se segnato da una sconfitta per 3-1 contro il Milan, sia stata una gara importante per Rocca.

RomaFlopGara : Cesena-Roma gara che vide un brutto scontro tra Rocca e Bittolo. Il referto medico parlò di una semplice infiammazione alla rotula, ma solo a seguito del persistere dei dolori al ginocchio si capì che in realtà erano stati lesionati i legamenti e capsula.

RomaFineIl : 1980/1981

Termino' di giocare con noi : Durante la preparazione per la stagione 1980-81 a Brunico, Rocca decise di dichiarare la fine della sua carriera stanco dei continui dolori che non gli permettevano di esprimersi al meglio. Il 29 agosto 1981 si disputò la partita d'addio nei suoi confronti tra Roma ed Internacional di Porto Alegre. Rocca giocò 19 min giocò 19 minuti per essere poi sostituito da Spinosi, ricevendo, al momento del cambio, due minuti di applausi a scena aperta.

AlboOro : Colleziona 141 presenze in campionato, 22 presenze e 2 gol in coppa Italia e 6 presenze in coppa Uefa, giocando con la Roma dal 1972 al 1981. Riceve il premio “Calciatore d’oro” nel ’76, assegnato all’under 24 della massima divisione che si sia distinto per correttezza e rendimento. La Roma vince due Coppe Italia (1980,1981) ma Rocca non è mai in campo durante le finali.

NazionalePres : 18

NazionaleGol : 1

Oggi : Conclusa la carriera di calciatore Rocca divenne allenatore ed entrò nel settore tecnico della Federcalcio, posto che occupa tuttora. Oggi Francesco Rocca è allenatore della rappresentativa azzurra under 20.